Cerca

Pasticciaccio a Taranto

L'intercettazione inguaia Clini.
L'Ilva diceva: "E' un uomo nostro"

Diffusa una telefonata del 2010 di Archinà, licenziato ieri dal Gruppo Riva. Il ministro smentisce, il suo nome nelle carte non c'è

Corrado Clini

Corrado Clini

Intercettazioni telefoniche depositate in Procura e quelle non depositate - ma che girano ormai da giorni sui tavoli di giornali e tv - nomi eccellenti evocati ma mai pronunciati, presunte o millantate opere di «persuasione» a suon di euro verso quotidiani locali... Su questo vischioso e invischiante panorama si allunga l’ombra della paralisi di un polo industriale, come quello dell’Ilva di Taranto, che sostiene di fatto l’economia di un intero territorio - e non solo - mentre la pioggia di milioni in arrivo, stanziati dal governo per la bonifica degli impianti, rischia di stimolare appetiti ben al di fuori delle mura dello stabilimento. È già avvenuto e potrebbe avvenire ancora. La vicenda, dunque, si complica ulteriormente. E mentre in un'intercettazione Girolamo Archinà del Gruppo Riva, proprietario dello stabilimento tarantino, assicura "Corrado Clini è uomo nostro", il Ministero prova a smentire: "Clini non ha mai avuto rapporti con la dirigenza Ilva". Premesso che negli atti depositati il nome del ministro Clini non c'è, dove sta la verità?

 

Leggi l'articolo integrale di Caterina Maniaci
su Libero in edicola oggi, domenica 5 agosto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doveteandarvene

    06 Agosto 2012 - 12:12

    ma in questa nazione ce una persona dico una che nn e' sporca o indagata o altro ? una solo una....porca balorda

    Report

    Rispondi

  • kirk2012

    05 Agosto 2012 - 17:05

    Ma......Clini non era indagato per dei fatti successi al S.Camillo???? ebbene si continuano a dare incarichi e soldi nostri, invece di licenziarlo e negargli pure la pensione.....che sicuramente per lui sarà oltre i €.20.000 al mese.....BASTA!!!! avete rotto!!!!

    Report

    Rispondi

  • caiogracco

    05 Agosto 2012 - 13:01

    le intercettazioni di Archinà sembrano incastrare non tanto Squinzi (chiamato in causa "de relato"), quanto l'ILVA, che ne esce a pezzi: altro che il quadretto bucolico del libero imprenditore che rispetta i parametri ma viene ingiustamente accusato dai cattivi magistrati!

    Report

    Rispondi

  • Michele620

    05 Agosto 2012 - 11:11

    questa non me l'aspettavo e tutta una banda di corrotti e corruttori sa le mazzette che corrono come al solito andrà a finire a tarallucci e vino

    Report

    Rispondi

blog