Cerca

Il bilancio di Monti

Un anno dopo la lettera della Bce
Diamo la pagella al Prof

Le pensioni e il fiscal compact: gli unici risultati portati a casa. Tutto il resto è lettera morta

Un anno dopo la lettera della Bce
Diamo la pagella al Prof

E' passato un anno dalla famosa lettera della Bce con cui la Banca centrale europea, ha di fatto aperto la strada alle dimissioni di Silvio Berlusconi e alla nomina di Mario Monti. Cosa è cambiato in Italia? Quali delle rischieste di Francoforte sono state eseguite? A che punto è Monti con i "famosi compiti a casa?". L'Eurotower chiedeva la liberalizzazione dei servizi pubblici locali e di quelli professionali. Nonostante tutti gli sforzi, il decreto Cresci Italia che prevedeva, tra l'altro, la liberalizzazione delle licenze dei taxi, è stato fortemente modificato condizionato dalle proteste delle categorie coinvolte nel programma di liberalizzzione. La Bce chiedeva di intervenire sulle pensioni. 

Lavoro Ecco cosa scriveva: "C'è anche l’esigenza di riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva, permettendo accordi al livello d’impresa in modo da ritagliare i salari e le condizioni di lavoro alle esigenze specifiche delle aziende e rendendo questi accordi più rilevanti rispetto ad altri livelli di negoziazione. Inoltre dovrebbe essere adottata una accurata revisione delle norme che regolano l’assunzione e il licenziamento dei dipendenti, stabilendo un sistema di assicurazione dalla disoccupazione e un insieme di politiche attive per il mercato del lavoro che siano in grado di facilitare la riallocazione delle risorse verso le aziende e verso i settori più competitivi". La riforma del lavoro del ministro Fornero è diventata legge ma dopo una furente battaglia con i sindacati e la sinistra, l'articolo 18 è stato modificato ma in modo che non ha soddisfatto del tutto gli imprenditori. 

Pensioni e fiscal compact La Banca centrale europea, un anno fa, scriveva: "E' possibile intervenire ulteriormente nel sistema pensionistico, rendendo più rigorosi i criteri di idoneità per le pensioni di anzianità e riportando l’età del ritiro delle donne nel settore privato rapidamente in linea con quella stabilita per il settore pubblico, così ottenendo dei risparmi già nel 2012. Trichet e Draghi dicono anche che andrebbe introdotta una clausola di riduzione automatica del deficit che specifichi che qualunque scostamento dagli obiettivi di deficit sarà compensato automaticamente con tagli orizzontali sulle spese discrezionali". Compito fatto. La riforma delle pensioni è stata portata a casa dal governo Monti. Ed è stata ratificato ancche il fiscal compact per una riduzione automatica del deficit, come chiedeva Eurotower. 

Province Negli organismi pubblici dovrebbe diventare sistematico l’uso di indicatori di performance (soprattutto nei sistemi sanitario, giudiziario e dell’istruzione). C’è l’esigenza di un forte impegno ad abolire o a fondere alcuni strati amministrativi intermedi (come le Province). Andrebbero rafforzate le azioni mirate a sfruttare le economie di scala nei servizi pubblici locali". Sul fronte della pubbblica amministrazione, il governo non ha ancora fatto i compiti a casa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • toroinfuriato

    06 Agosto 2012 - 18:06

    Questo governo si è insediato facendo credere agli italiani che eravamo ad 5cm dal baratro, mentre nel baratro ci stavamo a testa in giù. L'operazione è stata di una semplicità estrema, prendere ai pensionati e a chi paga le tasse per tirare avanti senza fare niente di quello che non è impellente (è già troppo tardi)" ridurre di due terzi il costo della politica". Tutto il resto sono chiacchiere da bar. Del resto l'operazione non è nuova, peccato che gli italiani non solo non hanno memoria, ma sono pigri e non vanno a riguardare quello che è successo in passato. Dalla Banca d'Italia sono già arrivati altri governi tecnici che hanno pesantemente messo le mani nelle tasche degli italiani (quelli che pagano le tasse; si intende). Amato e Dini son o un fulgido esempio di governi tecnici che da una parte prendono per risanare e dall'altra si classificano come maglia rosa per aumento del debito pubblico. Andate a leggere e informatevi prima di scrivere commenti che fanno venire il vomito.

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    06 Agosto 2012 - 15:03

    Monti per prima cosa ha preteso la nomina a senatore a vita, cioè una pensione non pagata ma assicurata. Dice di essere un professore: ora tutti possono capire perchè l'università italiana è agli ultimi posti nel mondo. Il problema è che la maggioranza non gli ha permesso di governare! Re Giorgio sa perfettamente che il problema sta nella costituzione, che tutti ci invidiano,scritta dai comunisti, quelli veri, piena zeppa di veti e controveti. Ci rendiamo conto che un garage di Milano ha abbattuto il divieto di circolazione, alla faccia della salute!!!! Il Monti ha distrutto le aziende italiane e portato lo spread oltre i limiti Berlusconiani. Si è fatto prendere per il c..o dai tedeschi, facendo una figura da berluscones. Cacciamolo via senza pensioni e diamolo in pasto alla Merkel, la sbranabigoli. Asvedommia

    Report

    Rispondi

  • firmato diaz

    06 Agosto 2012 - 14:02

    Se la maggioranza che lo sostiene (QUELLA DI CENTRODESTRA) non ha fatto nulla lei di taglio di spese in 10 anni di governo degli ultimi 20, come pretendete che lo possa fare Monti che e' sostenuto oltre che dalla destra anche dalla sinistra statalista anche a parole, oltre che di fatto come la destra? Lla vecchia maggioranza di centrodestra ha tradito e fallito in tutto cio' per cui era stata votata, e adesso arriva il conto. Prendersela coi tedeschi e' da deficienti, anzi da truffatori che cercano di scaricare la propria grave responsabilita' su altri, per sviare l'attenzione. Chiedete perdono, che e' meglio, che non siamo cosi' fessi come pensate.

    Report

    Rispondi

  • firmato diaz

    06 Agosto 2012 - 14:02

    Se la maggioranza che lo sostiene (QUELLA DI CENTRODESTRA) non ha fatto nulla lei di taglio di spese in 10 anni di governo degli ultimi 20, come pretendete che lo possa fare Monti che e' sostenuto oltre che dalla destra anche dalla sinistra statalista anche a parole, oltre che di fatto come la destra? Lla vecchia maggioranza di centrodestra ha tradito e fallito in tutto cio' per cui era stata votata, e adesso arriva il conto. Prendersela coi tedeschi e' da deficienti, anzi da truffatori che cercano di scaricare la propria grave responsabilita' su altri, per sviare l'attenzione. Chiedete perdono, che e' meglio, che non siamo cosi' fessi come pensate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog