Cerca

La bomba alla scuola

Strage di Brindisi, Veronica a casa: "Ricordo tutto, credevo fosse un sogno"

La Capodieci dimessa dall'ospedale dopo settimane di riabilitazione. "Spero che tutto possa tornare come prima"
Veronica Capodieci

Veronica Capodieci, oggi e com'era prima della bomba

Veronica Capodieci ha un sogno: "Che tutto possa tornare come prima". Prima della mattina di sabato 19 maggio, quando un'esplosione alla scuola Falcone-Morvillo di Brindisi provocò la morte della sua amica Melissa Bassi, ferendola gravemente insieme ad altre studentesse. "Ricordo quasi tutto di quello che è successo, solo credevo fosse un sogno invece era realtà", ha detto la giovane a Tgcom24, una volta dimessa dall'ospedale da dov'era ricoverata da allora. "La notizia di Melissa - ha raccontato ancora Veronica - me l'ha data mia sorella. Chiedevo se io fossi la più grave e tutti mi dicevano di sì. Poi però mi hanno detto che Melissa non ce l'aveva fatta". Dopo settimane di riabilitazione, Veronica è tornata a casa accolta dalla festa di parenti e amici. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog