Cerca

Le mosse di Mario

Silvio perdona la gaffe di Mario
Pur di non andare al voto

L'attacco al Cav del premier è "solo" un incidente o la mossa di un politico in cerca di futuro? Lo scenario
Silvio perdona la gaffe di Mario
Pur di non andare al voto

 

"Con Silvio Berlusconi lo spread sarebbe arrivato a 1200 punti", la frase di Mario Monti rimbalzata dalle colonne del Wall Street Journal, ha creato un terremoto nel Pdl. E non sono bastate le scuse del premier che ha chiamato il Cavaliere per spiegare che si tratta di "un'astratta estrapolazione" del giornale economico americano e per dirsi dispiaciuto. La vendetta del centrodestra si è consumata in Parlamento ed è stata immediata e, duranto le votazioni sul decreto per la spending review ha votato contro un ordine del giorno. E' seguito, nella serata di martedì 7 agosto, un vertice di maggioranza con Berlusconi che ha incontrato i suoi a Palazzo Chigi. Ma i toni di battaglia sono certamente mitigati dalla consapevolezza che esasperarli significherebbe andare alle elezioni. E Silvio Berlusconi non può permettersi di andare alle elezioni anticipate. Resta aperta una domanda: quella frase di Monti è stato l'incidente di un economista che si è lasciato sfuggire una considerazione di troppo (anche se appena qualche giorno prima era inciampato in un altro "incidente" con il giornale tedesco Der Spiegel) oppure, come insinua Stefano Folli sul Sole 24 ore, la mossa di un aspirante politico che cerca spazi più ampi e di maggiore autonomia all'interno della "strana maggioranza"? 

Prospettive future Come scrive l'editorialista Stefano Folli sul Sole 24 Ore, le crisi di governo si aprono quando conviene aprirle. A dimostrare il fatto che il Pdl non ha nessun interesse ad aprire la crisi, c'è sencondo il notista politico, la tiepida reazione del Pdl (il voto contro l'esescutivo, ma si tratta di ordini del giorno insignificanti). Possibile che tutti i messaggi che il premier Monti sta mandando in questi giorni così caldi sia del tutto casuali? Possibile che Monti non sia effettivamente consapevole della portata delle sue affermazioni? E' da escludere che Monti pensi alle elezioni anticipate sia perché "l'autidestabilizzazione non sarebbe la strada migliore per arrivarci", si fa sempre più strada, invece, l'ipotesi che il presidente del Consiglio sia consapevole di essere diventato un punto di riferimento di un'area politica europeista che intende andare avanti sulla strada cominciata lo scorso mese di novembre e spinga perché l'esperienza montiana, supportata da una "vera" maggioranza, prosegua. Un'area che politicamente non è rappresentata come dovrebbe ma che sarà determinante negli assetti della futura legislatura. Il mondo moderato è in grande subbuglio, è in completa fase di ridefinizione e Monti sta dando corpo a un movimento politico. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Beppe.demilio

    09 Agosto 2012 - 06:06

    Monti prima la spara e poi si riprende la sparata,che uomo ! Monti è un potente al servizio dei potenti! La manovra che ha fatto Napolitano e poi scaricata a Monti in cambio della nomina a senatore a vita la dice molto più lunga di quello che possiamo immaginare. Monti senatore vuole dire che ogni porcata che ha fatto e che farà lo rende immune dalle disgrazie e Monti questo lo sa bene. Monti vuole passare per un verginello della poolitica,nella realtà di vergine non ha nulla!! Spara cazzate e ritratta ,e il PDL lo prende nel sedre e lo tiene ben stretto!!Monti e la manovra Napolitano pesa per l'ottanta per cento su lavoratori e pensionati. In futuro la repressione sui deboli sarà ancora più incisiva e i ricchi seguitano a godere. Credo che aggiungere ulteriori commenti su tutti questi personaggi della politica, e non solo, che hanno rovinato quel poco di Italia che esisteva ci allontana dal desiderio più volte scritto e manifestato da parte di tutti noi,TUTTI FUORI DALLE BALLE SUBITO!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    08 Agosto 2012 - 19:07

    Dì la verità,ti fa rabbia vedere Berlusconi che comanda più di prima.Avevi sperato con le dimissioni,hai pure gioito,adesso la delusione. ahahahahahhahahahahahahaha

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    08 Agosto 2012 - 17:05

    Dal PdL tanto rumore per nulla, tutto rientrato dopo i paroloni dei soliti co...... pronunciate ieri. Il furbo Berlusconi li ha fatti tacere, dopo le dichiarazioni dell'astuto Monti.

    Report

    Rispondi

  • stabilri

    08 Agosto 2012 - 17:05

    Speriamo proprio di no! D'altra parte l'attuale premier è l'unico NON di sinistra che voterei. È persona seria e onesta. Con i tempi che corrono sarebbe giá sufficiente, poi se si aggiunge che la sua "politica" si fonda su principi liberali l'Italia ha trovato non solo chi la salva/ta ma anche chi la governerà nei prox anni.....suguriamocelo tutti !!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog