Cerca

Crisi eurozona

Allarme Bce: governi pronti a intervenire
"Le aziende italiano rischiano insolvenza"

Mario Draghi: disoccupazione in aumento e taglio delle stime sulla crescita. «Inaccettabili spread così difformi, ma euro è irreversibile»

Allarme Bce: governi pronti a intervenire 
"Le aziende italiano rischiano insolvenza"

I governi devono tenersi pronti a un intervento con l’attivazione del fondo salva-stati: questo è il monito contenuto nell’ultimo Bollettino mensile della Bce, diffuso oggi, nel quale si rileva la debolezza della crescita e l'aumento delle turbolenze sulle piazze europee.   "L'ulteriore intensificarsi delle tensioni nei mercati finanziari potrebbe accentuare i rischi al ribasso sia per la crescita che per l’inflazione", sottolinea la Bce, aggiungendo che "l'espansione economica resta debole nell’area dell’euro, in un contesto di persistenti tensioni nei mercati finanziari e maggiore incertezza che gravano sul clima di fiducia". Draghi, tuttavia, precisa che "l'euto è irreversibile". 

Risanamento Pertanto l'Eurotower sollecita i governi, "che devono essere pronti ad attivare l’Efsf/Mes nel mercato obbligazionario in caso di circostanze eccezionali nei mercati finanziari e di rischi per la stabilità finanziaria, nel rispetto di condizioni rigorose ed efficaci in conformità con le linee guida stabilite".   Al contempo, "i responsabili delle politiche economiche dell’area euro devono portare avanti con grande determinazione il risanamento dei conti pubblici". La Bce reputa inaccettabili gli spread tra i titoli di Stato di diversi paesi, che segnano premi per il rischio "eccezionalmente elevati", mentre - nota ancora il Bollettino mensile - "la frammentazione dei mercati finanziari ostacola l’efficace funzionamento della politica monetaria". "I premi per il rischio - prosegue l’Eurotower - connessi ai timori sulla reversibilità dell’euro sono inaccettabili e vanno affrontati in modo sostanziale. L’euro è irreversibile".   Non manca uno specifico riferimento all’Italia e al tessuto imprenditoriale del Paese. Per la Bce, "al complessivo aumento dell’incertezza ha fatto riscontro un netto deterioramento della valutazione del rischio di credito delle imprese da parte degli operatori". I tassi attesi di insolvenza "sono cresciuti sostanzialmente nel periodo". E, "tra i paesi più grandi dell’area dell’euro, l’incremento è stato particolarmente pronunciato per le imprese italiane" mentre risulta "piuttosto moderato" per quelle olandesi e tedesche.   L'analisi della Bce è corroborata dall’ultimo superindice Ocse, relativo a giugno e diffuso stamane. La crescita rimane debole, anzi l’indicatore si contrae lievemente (-0,05%) e va a quota 100,3. E per l’Italia il calo è stato ben più robusto: (-2,55%)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    10 Agosto 2012 - 09:09

    Testardaggine nel sostenere l'euro“irreversibile” Ma nessuno gli ha detto che sono mln a perdere il lavoro,tanto da suicidarsi o fallire con salario tartassato per la propria sopravvivenza e per le stesse entrate fiscali?Facile affermare come afferma Schifani e“Re Giorgio I”per ragion di Stato,ma dimenticano che percepiscono,oltre 12 volte il salario di un povero cristo e che,deve rinunciare alla ferie,vacanze e studio dei propri figli:inoltre,questo eliminando il posto fisso da pirla,per voi,è o no,irreversibile per una sana e corretta Società o del tanto osannato Popolo che non gli ne frega più a nessuno,affinche la barca va o rimane a galla?Possibile non avere un po' di lungimiranza che ogni Nazione aderente alla UE risolva con le proprie valute l'inflazione e crescita per risanare l'Economia,ma mezzi di pagamenti con valute più conveniente?Purtroppo,l'ho sempre affermato che questa maledetta valuta,è apolide senza cuore,né cervello idea di speculatori nei“Paradisi Fiscali”sotto ban

    Report

    Rispondi

  • acstar

    10 Agosto 2012 - 09:09

    Ragazzi, oramai è tardi, tardissimo! Cominciamo a non comperare più niente di tedesco e poi vediamo ! Comunque l'euro è una rovina per tutti nonostante una serie infinita di discorsi "finanziari" che vengono abbondantemente fatti da tutti a suo sostegno! Si sapeva da tempo che le Aziende non ce la fannno più, ma quello stordito di Monti continuava, e continua, a tassare ! Roba da rincretiniti con Napolitano! Alle prossime elezioni,se ci arriviamo senza una guerriglia civile interna, tutti via , solo facce NUOVE !

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    10 Agosto 2012 - 01:01

    Bravo, bravo,bravo. Soprattutto quando dici che queste sanguisughe sono stupidamente idolatrate dai più IDIOTI. Ed è proprio a causa di questi ultimi che non riusciamo a liberarcene.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    10 Agosto 2012 - 01:01

    Povero scemo solo la morte lo è. Una moneta nata male, sull'imbroglio e per arricchire solo alcuni, è SICURO che imploderà.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog