Cerca

Nuova svolta

Ilva, il gip: "Fermate la produzione e risanate tutti gli impianti"

La Procura di Taranto che indaga per disastro ambientale impone lo stop ed esclude il presidente Ferrante dalla gestione delle attività delle aree a caldo

La protesta della proprietà: "Impugneremo il provvedimento", convocato il consiglio d'amministrazione
Ilva, il gip: "Fermate la produzione e risanate tutti gli impianti"

 

Obbligo di risanare gli impianti dell'area a caldo sequestrati per disastro ambientale ma "senza prevedere alcuna facoltà d'uso" degli stessi "a fini produttivi": nuovo capitolo del caso Ilva, lo stabilimento siderurgico di Taranto su cui è in corso un'inchiesta della Procura. A disporre il provvedimento è stato il gip di Taranto Patrizia Todisco. Non solo: nella stessa ordinanza, notificata venerdì sera, il gip ha assegnato le funzioni ai quattro commissari giudiziali e in particolare ha escluso Bruno Ferrante, presidente dell’Ilva, dalla gestione delle attività delle aree a caldo, poste sotto sequestro, limitandolo invece alle sole aree non sequestrate. Immediata la replica dell’azienda che ha impugnato il provvedimento e convocato il consiglio di amministrazione. "Il presidente di Ilva, Bruno Ferrante - si legge in una nota dell’azienda - ha dato mandato ai propri legali di impugnare immediatamente il provvedimento del giudice delle indagini preliminari di Taranto, notificato ieri 10 agosto 2012. Ha altresì convocato il consiglio di amministrazione della società per le determinazioni conseguenti".

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • amiens

    12 Agosto 2012 - 15:03

    Per favore c'è qualcuno che ci può dire cosa c'è sotto a tutta la faccenda. Grazie e speriamo in bene

    Report

    Rispondi

  • honhil

    12 Agosto 2012 - 15:03

    Non è il primo e non sarà l’ultimo ad essersi impigliato nel conflitto di interessi, ma sulla scia di quello che succede a Milano e a Cagliari (con il Sindaco Pisapia che toglie gli scuolabus ai milanesi e li dà solo ai rom e con il Sindaco Zedda che sistema in una casa con piscina, idromassaggio e aria condizionata delle famiglie rom)il gip Patrizia Todisco potrebbe volgere lo sguardo della ricerca del nuovo presidente del Consiglio di amministrazione dell’Ilva verso la comunità rom. E chi viene appresso conta le pedate.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    12 Agosto 2012 - 14:02

    arrivati a questo punto mi chiedo a cosa servono i tribunali del riesame, se servono solo a sperperare soldi pubblici è meglio chiuderli!!!! vorrei tanto sapere cosa faceva la magistratura tarantina in questi ultimi 50 anni, per caso dormiva? eppure questi eventuali reati contestati a Riva, potevano tranquillamente essere contestati allo stato italiano quando questi era propietario di quote azionarie dell'italsider ed a tutti gli altri azionisti!!!!!!!!!!!!! che accadeva negl'anni passati????? la città se lo chiede a gran voce, speriamo che abbia risposte certe!!!!!!!!!!!!!!!!!siamo stufi di gente pagate profumatamente e che non fa il propio dovere!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • nik-nak

    12 Agosto 2012 - 13:01

    Certa cosidetta magistratura produce danni maggiori del terremoto e di altre calamità naturali. Se non si riuscirà a porci riparo potremo rassegnarci a vivere sotto la sua dittatura.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog