Cerca

Come una schiava

Venduta a 13 anni per tremila euro
Violenze e torture, scappa dal promesso sposo

L'agghiacciante storia di una ragazzina macedone venduta dalla famiglia a un ragazzino di 17 anni

Una volta arrivata a Venezia, la ragazzina cerca di ribellarsi ma viene violentata dal promesso spoo, incitato e aiutato dalla madre, i due le hanno procurarto ustioni sulle gambe usando un filo elettrico. L'adolescente riesce a scappare a Napoli, i due vengono arrestati 

La sua famiglia l’aveva venduta, a 13anni, come promessa sposa per 3mila euro e dalla Macedonia l'aveva mandata a Venezia, dove l’aspettavano, a tempo debito, le nozze con un connazionale 17enne. Arrivata in Italia assieme alla futura suocera, però, per la 13enne è iniziato un incubo di violenze, segregazioni e torture, che l’hanno portata a scappare da Venezia a Napoli fino a quando è stata messa sotto protezione dalla squadra mobile di Venezia. 

Le indagini dei poliziotti della città lagunare sono iniziate il 2 agosto, dopo una chiamata che ha portato gli agenti a Marghera, dove era stata segnalata una ragazzina col volto tumefatto che chiedeva aiuto: aveva tentato di ribellarsi ma è stata violentata dal promesso sposo, incitato e aiutato dalla madre; per il tentativo di fuga, poi, è stata picchiata e punita, con gli aguzzini che sono arrivati a procurarle ustioni sulle gambe usando un filo elettrico. Le indagini della polizia hanno portato all’arresto del 17enne e della madre, che sono stati accusati di violenza sessuale aggravata ai danni di minore, maltrattamenti aggravati, lesioni aggravate; la 13enne, nel frattempo fuggita a Napoli, è stata posta sotto protezione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    14 Agosto 2012 - 14:02

    è sempre più difficile liberarsi di questa spazzatura umana immigrata... esportiamo laureati,tecnici, imprenditori, capitali ed importiamo pezzenti,straccioni,selvaggi,criminali e ignoranti assortiti. Vediun pò che affare l'immigrazione!

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    14 Agosto 2012 - 14:02

    a quelli che difendono il cancro immigrazione, la mania xenofila, l'adorazione dello straniero "povero e bisognoso" a cui si deve dare tutto e non si nega nulla... a quelli che perdonano sempre quei pezzenti di immigrati perchè "sono poveri", al tumore magistratura invasionista che li protegge, a chi apre porte e portoni a questa m***a migrante. Ci stiamo riempiendo della feccia del pianeta e la politica sta a guardare mentre le nostre città e paesi diventano covi di delinquenza allogena.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    14 Agosto 2012 - 10:10

    Siamo stufi di leggere di queste notizie ma, soprattutto siamo stufi che accadano nel nostro paese. Maledetto schengen, maledetta l'immigrazione e maledetti coloro che l'appoggiano.

    Report

    Rispondi

  • mab

    13 Agosto 2012 - 15:03

    Perchè non sono persone, sono forse ancora meno degli escrementi questi esseri che vendono i figli come fossero cose. Il nostro paese si è riempito di questi vomitevoli esseri e i nostri governi e istituzioni evidentemente indifferenti, non hanno mai fatto nulla per cacciarli da dove sono venuti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog