Cerca

Cara pompa

Benzina, mezzo pieno va allo stato:
ecco le regioni più voraci

Verde a 2 euro, ai produttori vanno solo 80 centesimi: il resto lo paghiamo in accise e addizionali regionali: in Toscana 6 centesimi al litro

Benzina, mezzo pieno va allo stato:
ecco le regioni più voraci

 

La benzina schizza a 2 euro, maledetti petrolieri. Ma la mazzata sugli automobilisti italiani è veramente tutta colpa dei produttori? No, decisamente no. Di quei 2 euro, "solo" il 50% scarso va a chi l'oro nero lo estrae, lo produce e lo esporta, vale a dire paesi produttori e multinazionali. Il resto sono tasse che paghiamo allo stato e agli enti locali sotto forma di accise e addizionali regionali. Sulle prime la letteratura è ormai ricca: c'è l'accisa per la costruzione dell'Autosole (iniziata negli anni Cinquanta e bella che finita), quella per la crisi di Suez (1956), per il disastro del Vajont (1963), l'alluvione di Firenze (1966), il terremoto del Belice (1968), del Friuli (1976) e dell'Irpinia (1980), la missione militare in Libano (1983) e in Bosnia (1996). E ancora, l'emergenza in Libia: accisa. L'alluvione in Liguria: altra accisa. Da ridere? Sì, ma c'è da piangere se pensiamo che continuiamo a pagare addirittura il finanziamento per la guerra in Abissinia: era il 1935 e fu la prima accisa. Decennio dopo decennio, centesimo di lira e centesimo di euro, si è arrivati all'aumento stabilito dal Governo Monti nel decreto salva Italia di fine 2011: l’imposta di fabbricazione sui carburanti è passata per la benzina da 622 a 704,2 millesimi per litro. E a maggio altro aumento per il terremoto in Emilia Romagna (+2 centesimi): in tutto, negli ultimi 16 mesi, sei rincari.

Quanto guadagnano le regioni - Ma perché il prezzo varia di regione in regione? Semplicemente perché ogni regione ha facoltà di "appesantire" il prezzo dei carburanti alla pompa attraverso le addizionali. La Toscana è quella che picchia più duro (e infatti ha registrato i prezzi più alti d'Italia) con un rincaro di 6,1 centesimi di euro al litro litro, davanti a Marche (+5 centesimi euro/litro) e Umbria (+4,0 centesimi euro/litro). In Lazio, LiguriaCalabria, Campania, Molise, Piemonte e Puglia si pagano invece "appena" 2,5 centesimi di euro al litro. Mario Deaglio su La Stampa ha definito lo stato italiano uno "stato-sceicco" perché gode di una "rendita petrolifera": le casse pubbliche, infatti, incassano il 21% dell'Iva sul prezzo della benzina. Se sale il prezzo, aumenta in proporzione il gettito fiscale. E lo stesso, sia pure in misura minore, accade alle regioni. 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    09 Ottobre 2013 - 13:01

    Assomiglia molto al governo Monti questo governo Letta. Mi chiedo cosa ci faccia il Pdl in questo governo

    Report

    Rispondi

  • vitamina

    24 Agosto 2012 - 08:08

    Salve a tutti, vorrei solo far saper che oltre ai cosumatori anche i gestori ci rimettono in quanto pur lavorando 365 giorni l'anno gudagnano avendo un margine irrisorio, inoltre nei week end quando ci sono gli scontoni i loro margine viene azzerrato , ovvero 0.01 centesimi al litro non solo all'atto di prelevare i contanti dagli accettatori sel service rischiano di subire rapine ,il tutto non viene neanche risarcito dalla società qualora si verifichi una rapina, inoltre vi siete chieste visto che i prezzi sono diversi in tutta Italia durante la settimana perchè poi nei week end è uguale in tutta Italia, forse vuol dire che è possibile farlo tutti i giorni ovunque , e che probabilmente il margine ai gestori pu' essere aumentato, inoltre aggiungo che per i spot che fanno le società non solo paghiamo noi, ma aggiungo che le scorte così come da loro dichiaraton no terminano mai , in quanto riforniscono gli impianti la Domenica e oltre questo mettono a lavorarei dipendenti qunidi che self

    Report

    Rispondi

  • Peter60

    23 Agosto 2012 - 20:08

    Mi piacerebbe sapere,ma credo che nessun politico lo farà mai..,le varie accise,dal '35 al '76,che fine fanno!Che stupido....aumentare i loro stipendi....!!!

    Report

    Rispondi

  • tofani graziano

    23 Agosto 2012 - 19:07

    IO DEVO PAGAREPER LE CAXXXTE FATTE DAL NS BENEAMATO(SI FA PER DIRE)PRESIDENTE ROSSI.QUESTI FANNO I DEBITI E IO PAGO.CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog