Cerca

Rincaro continuo

Benzina record: già oltre i 2 euro: sarà un autunno caldissimo

Addio weekend di maxi sconti, la verde tocca i 2,013 centesimi in Toscana. E al Sud cresce il gasolio
Benzina record: già oltre i 2 euro: sarà un autunno caldissimo

 

La fine delle vacanze estive, con i weekend di maxi-sconti ormai agli sgoccioli, porta nuovi record per i carburanti, con la benzina che tocca un nuovo record a 2,013 euro.   Una punta raggiunta in alcune realtà locali, per via delle addizionali regionali (in Toscana le tariffe più care). E’ al Sud, invece, che si raggiunge il massimo per il gasolio (con picchi di 1,850 euro/litro) e per il Gpl a 0,824 euro/litro. Più nel dettaglio, secondo quanto risulta dal monitoraggio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia, i prezzi medi “serviti” sono oggi a 1,924 euro/litro per la benzina, 1,809 per il diesel e 0,778 per il Gpl.

A livello Paese il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalità “servito”) va dall’1,914 euro/litro di Esso all’1,924 di IP e TotalErg (no-logo a 1,824). Per il diesel si passa dall’1,798 euro/litro sempre di Esso all’1,809 di IP (no-logo giù a 1,700). Il Gpl infine è tra 0,775 euro/litro di Eni e 0,788 di Q8 (no-logo a   0,767). Oggi prezzi raccomandati quasi fermi: solo un ritocco in salita per IP sulla benzina di 0,5 cent euro/litro e sul diesel di 0,3 cent. Nel corso delle ultime due settimane tuttavia a partire da Eni, che dal 13 agosto ha aumentato i prezzi per quattro volte, tutte le compagnie hanno praticato aumenti conseguenti alla crescita costante delle quotazioni internazionali.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cartassiano

    27 Agosto 2012 - 19:07

    il bello è che i politici continuavano a dire che se uscivamo dall'euro la benzina sarebbe arrivata a 2 euro e adesso stimati mediocri professionisti della politica come la mettiamo?

    Report

    Rispondi

  • Ernybra

    27 Agosto 2012 - 17:05

    Coraggio, facciamo ogni sforzo per non comprare più automobili, per ripararle il meno possibile, anzi solo per l'indispensabile. Teniamoci le ammaccature, i graffi ed i piccoli danni che non pregiudicano la sicurezza. Cerchiamo di utilizzarle il meno possibile,di comprane di sempre più piccole, meglio se non nuove, sopportiamo lo scomodo di andare a piedi, in bici, con i mezzi pubblici, con l'auto del vicino, ma togliamoci la soddisfazione di affamare le quattro insaziabile Bestie: Stato, Petrolieri, Assicuratori e Carrozzieri.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    27 Agosto 2012 - 16:04

    vogliamo mica rovinare i festeggiamenti dei coglioni per il primo anniversario senza Berlusconi?

    Report

    Rispondi

  • moltoarrabbiato

    27 Agosto 2012 - 15:03

    sei unico ai detto una cosa giusta ribelliamoci noi che abbiamo le palle

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog