Cerca

L'uomo che piace al Cav

Incidente per il fondatore di Grom: non rischia la vita

Nello scontro in auto muore Rappazzo, un politico locale del Pdl. Contusioni per Martinetti

Guido Martinetti

Brutta disavventura per Guido Martinetti, il 38enne cofondatore della catena di gelaterie Grom, in odore di candidatura con la prossima creatura politica di Silvio Berlusconi: nella notte tra domenica e lunedì, in seguito a uno scontro automobilistico, è stato ricoverato nel reparti di Chirurgia d'urgenza dell'ospedale Molinette di Torino. Nell'incidente, avvenuto nell'ultimo tratto della A6 Torino-Savona, è morto Vincenzo Rappazzo, 65 anni, pensionato di Moncalieri, politico locale, prima esponente dell'Udc e poi del Pdl. Martinetti era alla guida di un'Audi, mentre Rappazzo era al volante di una Lancia Musa: le due auto viaggiavano in direzione di Torino e da poco avevano superato il casello di Carmagnola. Quello che secondo i primi rilievi dovrebbe essere stato un tamponamento è avventuo nei pressi di Moncalieri. Nell'urto, molto violento, la Musa si è ribaltata nella scarpata sulla destra della carreggiata. Rappazzo è morto poco dopo l'arrivo dei soccorsi, mentre la moglie, Daniela Romagnoli, è ricoverata in prognosi riservata al reparto di Neurologia delle Molinette. Mister Grom, hanno riferito i medici, ha subito un trauma toracico e uno addominale, ma è cosciente e non rischi la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog