Cerca

Scandali verdi

Bankitalia spende 7 milioni
per le piante negli uffici

Ignazio Visco predica tagli alla spesa ma un bando del suo istituto offre un contratto milionario per l'acquisto di nuovi fiori

Il gran bell'esempio di Bankitalia: nel bando anche un contratto succulento per la manutenzione delle aree verdi
Ignazio Visco

Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco

 

"«Sulla spending review bisogna insistere il più possibile, perché solo così potremo ridurre le tasse, specie sul lavoro, oltre a non alzare l’Iva». La frase è di Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia. Parole più che condivisibili, le quali purtroppo non trovano riscontro nell’attività dell’istituto di Via Nazionale. Come si fa a chiedere di tagliare la spesa quando poi si è disposti a spendere poco più di 7 milioni di euro per la manutenzione di aree verdi e l’acquisto di piante ornamentali per gli uffici della banca centrale italiana? Senza considerare che Banca d’Italia, sulla carta, non avrebbe i soldi per pagare i giardinieri, visto che il suo capitale è ufficialmente di 156mila euro. Una cifra rimasta ferma a settant’anni fa per non aumentare il valore delle quote, in mano ai principali istituti del Belpaese: se i prezzi fossero attualizzati, Intesa o Unicredit, ad esempio, potrebbero cedere alcune azioni e sistemare i bilanci. Ma questo è un altro discorso. Torniamo alla vicenda delle piante «dorate»", incalza Giuliano Zulin su Libero in edicola oggi. Il fatto che Palazzo Koch spenda 7 milioni per le piante ornamentali negli uffici, in tempi di crisi, tasse e tagli, suona come un vero e proprio scandalo. Visco predica sforbiciate alla spesa, ma un bando del suo istituto offre un contratto milionario per la manutenzione delle aree verdi e per l'acquisto dei fiori. Un gran bell'esempio..


Leggi l'articolo completo di Giuliano Zulin su Libero in edicola oggi, martedì 28 agosto

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kIOWA

    29 Agosto 2012 - 07:07

    La regione Calabria insegna,pare abbia 11 mila dipendenti forestali contro i 3 mila Canadesi,la banca d'Italia non poteva rimanere indifferente e pare voglia pareggiare i conti con la calabria in fatto di sprechi.Ulteriore vergogna e motivo di indignazione.

    Report

    Rispondi

  • madavvero

    29 Agosto 2012 - 00:12

    ma almeno ci date qualche dettaglio in più tipo: ma per caso è un contratto pluriennale, che riguarda non una sede sola ma il patrimonio immobiliare di BI o parte di questi, ecc....anzi già questi due potrebbero meglio dare l'idea. Altrimenti non si capisce e si rischia di confondersi. Ma va bene così, è l'effetto quello che conta.

    Report

    Rispondi

  • MATRIX2011

    28 Agosto 2012 - 21:09

    qualche parente o amico li vende tanto i sacrifici li fanno gli italiani babbei che spendono e non si ribbellano mai.

    Report

    Rispondi

  • gianni_b

    28 Agosto 2012 - 15:03

    A cosa serve? A PAPPARE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog