Cerca

Scelte confermate

La Minetti non ascolta i consigli
Non molla la poltrona

La consigliera regionale lombarda resta al suo posto: le difficoltà mi rendono più forte

La Minetti non ascolta i consigli
Non molla la poltrona

 Nicole Minetti non ha nessuna intenzione di lasciare la politica. Manterrà la poltrona al consiglio regionale lombardo nonostante sia stata sollecitata da più esponenti del Pdl da Angelino Alfano a Giancarlo Galan che, ai propri di luglio, quando è circolata la voce di una ricandidatura di Silvio Berlusconi. Alfano l'aveva invitata a dimettersi al "primo consiglio regiornale utile", l'ex ministro, berlusconiano di ferro, aveva sottolineato che la Minetti non avrebbe dovuto essere proprio candidata. Ma Nicole Minetti non ha ascoltato nessuno e, in un'intervista rilasciata a "Diva e Donna", in edicola domani mercoledì 5 settembre, in cui spiega: "Dopo l'estate ho scelto di restare per gli stessi motivi che mi hanno fatto avvicinare alla politica: l’ammirazione per le idee di libertà di Silvio Berlusconi". La consigliera, quindi, conclude: "Non mi arrendo alle prime difficoltà: gli ostacoli mi motivano ad essere più forte e tenace. Quindi per ora non mollo". Al primo consiglio regionale che si svolgerà giovedì 6 settembre (all'ordine del giorno tre delicate nomine della sanità e il tema dei rifiuti),  Nicole ci sarà. Contro tutti quelli che le avevano consigliato le dimissioni. 

Miss Italia Resta al suo posto, Nicole ma chiede  di essere invitata come ospite a una serata di Miss Italia. La consigliera lombarda Pdl, imputata nell’ambito del processo Ruby bis, lancia un appello a Patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia, dalle pagine del settimanale "DIva e donna". Commentando la presenza in finale di Chiara Danese, parte civile al processo Ruby bis contro di lei, Minetti spiega: "Mi ha colpito l’attenzione che Miss Italia riserva alla partecipazione di questa ragazza che in fin dei conti dovrebbe essere una concorrente qualsiasi, come le altre, ma sui giornali le è sempre riservato grande spazio. Spero che un concorso così importante sia super partes rispetto alla   vicenda come dovrebbe essere; anzi, Patrizia Mirigliani per dimostrarlo davvero dovrebbe invitarmi come ospite a una delle serate. Ne sarei onorata". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flacka

    05 Settembre 2012 - 23:11

    Ha ragione quando sostiene che la signorina fosse una sgobbona, voci di corridoio sostengono d'averla vista lavorare a testa bassa tutto il giorno.

    Report

    Rispondi

  • flacka

    05 Settembre 2012 - 23:11

    È solo un caso che ti sia ricordato solo degli avversari del Vate, vero ???? È solo per questione di spazio e tempo che non hai citato Gasparri, Bondi, Brunetta, Scilipoti, La Russa, Calderoli, Iezzi, Giovanardi, solo per citarne alcuni. Hai ragione, a volte il tempo è tiranno.

    Report

    Rispondi

  • djuna29

    05 Settembre 2012 - 14:02

    totalmente d'accordo col suo postato; ma non dimentichi, con onestà intellettuale, che una cosa non esclude l'altra...piacevole sino ad un certo punto!! spero lei abbia una compagna, o abbia visto altre DONNE...in vita sua!!

    Report

    Rispondi

  • alvara

    05 Settembre 2012 - 11:11

    suppongo che il titolo "La Minetti non si fa trombare" debba intendersi in senso strettamente elettorale.........................

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog