Cerca

Stasera il vertice

Il Pdl in cerca di una linea
Ma il Cav per ora non ne ha

Colonnelli a caccia di una strategia su legge elettorale, giustizia e candidato premier. Berlusconi però non romperà gli indugi

Regna la confusione tra gli Azzurri. E anche il leader, Silvio Berlusconi, non ha affatto le idee chiare sul suo possibile impegno politico
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

"È la cena delle risposte. Ma rischia di essere la cena dei silenzi. Silvio Berlusconi riceve il serata la dirigenza del Pdl a Palazzo Grazioli. Non più a colazione come inizialmente programmato. Si troverà di fronte un drappello di uomini con la faccia a punto interrogativo: che si fa?  I colonnelli aspettano che, dopo la pausa estiva, il Cavaliere si presenti con una strategia. Ma, a meno di determinazioni assunte in giornata, fino a ieri sera chi ci aveva parlato ne aveva tratto i soliti dubbi, tutti messi in fila. «Cosa ne pensi, devo ricandidarmi o no?». I pro, i contro. Nessuna motivazione al momento ha prevalso sull’altra", spiega Salvatore Dama su Libero in edicola oggi. Il Pdl è alla ricerca di una linea: si appella a Berlusconi, ma il Cavaliere, per ora, non ha alcuna soluzione. I Colonnelli sono a caccia di una strategia su legge elettorale, giustizia e candidato premier. Ma Silvio ancora non romperà gli indugi.

Leggi l'approfondimento di Salvatore Dama su Libero in edicola oggi, mercoledì 5 settembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    05 Settembre 2012 - 15:03

    Ma, quello che è più importante, non ha elettori. E non per ora.

    Report

    Rispondi

  • delaluca

    05 Settembre 2012 - 10:10

    Ma come? Il cavaliere di priapo non ha ancora una linea? Scusate, ma il famoso discorso del rientro che è stato letto davanti a 70 dipendenti estasiati (estasiati per una settimana tutto pagato in Costa Smeralda con tanto di regali tecnologici al momento della partenza...) il giorno di ferragosto? Sarà che i sondaggi tanto cari all'onorevole pompetta sono impietosi e dicono che solo un gruppuscolo di adepti votati alla morte è disposto a votarlo?

    Report

    Rispondi

  • gispo

    05 Settembre 2012 - 09:09

    il dilemma di berlusconi(Amleto). Un consiglio? vai a goderti gli ultimi anni della tua ricca vita ai tropici(i soldi non ti mancano per pagare qualche escort/badante del posto) e lasciaci in pace noi poveracci a sbarcare il lunario grazie alla tua devastante politica.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    05 Settembre 2012 - 09:09

    Il PdL non ha e non potrà avere alcuna strategia o linea politica per le prossime elezioni: non ha veri alleati su cui contare (l'unico capace di portare un sacchetto di voti sarebbe la Lega, che non può assolutamente fare affidamento su un Berlusconi che regge il governo attuale, mentre Casini ha già chiarito che finchè esiste Silvio...di alleanze non se ne parla proprio), non ha un leader (Silvio è un ex leader stracotto, vecchio e non credibile a livello interplanetario, oltre ad essere esposto a un continuo conflitto di interessi e ad avere come unici interesse lo schivare i processi e salvare i propri affari personali---leggi Mediaset ed affini / Alfano è un ominicchiu messo lì a tenere il volante ma non ha alcuno spessore politico...) e non ha una visione unitaria della politica neppure al suo interno (gli ex AN non si sentono molto in sintonia col resto del partito). L' unica cosa che salva un po' il PdL (ma affossa l' Italia) è che il PD sta facendo di tutto per suicidarsi!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog