Cerca

Polemica infinita

La Fiorentina batte cassa: "Berbatov, ridacci i soldi dell'aereo"

Il ds viola Daniele Pradè pretende il rimborso dall'attaccante: "Era un biglietto di prima classe"

Dimitar Berbatov

Berbatov con la maglia del Man Utd

Non c'è pace tra la Fiorentina e Dimitar Berbatov. Dopo la brusca interruzione della trattativa che avrebbe dovuto portare l'attaccante bulgaro, poi finito al Fulham, a Firenze, ora i viola chiedono gli interessi: vogliono il rimborso del biglietto aereo. "Era un biglietto di prima classe, sia per lui che per il suo procuratore" ha annunciato il ds della Fiorentina Daniele Pradè, riferendosi al tagliando già acquistato dalla società viola per portare a Firenze l'attaccante bulgaro. Mancava soltanto la firma, infatti, prima che con uno "sgarbo" si inserisse nella trattativa la Juventus. I bianconeri a loro volta avevano chiuso col giocatore che invece, con un'ultima incredibile piroetta, fece saltare tutto nelle battute finali di calciomercato per scegliere la destinazione inglese (pare che galeotta fu la moglie dell'attaccante...). Pradè è poi tornato sul rapporto tra società e giocatore: "Se abbiamo più risentito Berbatov? Sì, ha chiamato per scusarsi e anche per cercare di nuovo un contatto, ma è andata così e la Fiorentina è forte ugualmente". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog