Cerca

Cambiamenti al centro

Casini, via il nome dal simbolo dell'Udc

Al posto del nome del leader ci sarà la parola "Italia"

Casini, via il nome dal simbolo dell'Udc

 

Pierferdinando Casini, leader dell'Udc, ha deciso di togliere il proprio nome dal simbolo del partito: sullo scudocrociato ci sarà la scritta "Italia". L'annuncio arriva a poche ore dalla convention di Chianciano e, ovviamente, fa molto discutere. Per molti la scelta di Casini è solo una mossa da campagna elettorale. Un segnale chiarissimo, quello di Pierferdinando: mettere da parte i personalismi per contribuire alla creazione di un grande centro. Progetto ambizioso, che va oltre quell'embrione di grande centro messo messo in piedi un po' a casaccio un paio d'anni fa in Parlamento e mai decollato nelle urne. Tra Fini e Rutelli, ex Pdl ed ex Pd erano e sono troppe le divergenze. Quel "Italia" su sfondo bianco e rosso è segnale fin troppo succulento per tutti i nostalgici della Dc. Forse, la Cosa Bianca, ha trovato un simbolo che accontenti tutti.

La convention - Non a caso la convention di Chianciano (che si aprirà oggi pomeriggio, venerdì 7 settembre, con l'intervento del segretario Lorenzo Cesa e si chiuderà domenica mattina 9 settembre con lo stesso Casini) reca il pomposo titolo "Le primarie delle idee per la rinascita dell'Italia" e vedrà sfilare per tre giorni diversi ministri del governo Monti, quasi un Meeting di Cl bis: da Corrado Passera ad Andrea Riccardi, da Lorenzo Ornaghi a Mario Catania, da Corrado Clini a Filippo Patroni Griffi. Non mancherà Emma Marcegaglia che a Chianciano è stata ospite anche lo scorso anno nella veste di presidente di Confindustria. Presente anche Gianfranco Fini, mancherà invece Francesco Rutelli: come dire, quel che resta del fu Terzo Polo. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    08 Settembre 2012 - 11:11

    prima casini ora Italia sinonimo di casino

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    07 Settembre 2012 - 23:11

    questo parassita non ha mai lavorato un giorno nella sua vita è un sopravvissuto al democristiano forlani si già allora faceva politica insieme ai vari tromboni fini dalema bindi bersani pisanu etc gente che ha sfruttato e munto questo paese. la vergogna non è che si presentino alle elezioni è che vengano votati

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    07 Settembre 2012 - 22:10

    Ma non è che si cambia il simbolo per riscuotere più denaro? Cioè il vecchio simbolo continua ad incassare per alcuni anni ancora ed il nuovo pure?

    Report

    Rispondi

  • prendimario

    07 Settembre 2012 - 22:10

    Ma è così difficile disfarsi di questi politici?credo che la strada migliore sia nei referendum piu che nelle elezioni,bisognerebbe farne uno per ogni truffa che loro organizzano.firmate quello per abrogare il vitalizio ai consiglieri della regione lazio

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog