Cerca

Fisco locale

Imu, stangata su seconda casa e imprese. Si salvano (forse) solo le prime case

Otto Comuni su dieci alzano l'aliquota dallo 0,76 allo 0,95%. Poche agevolazioni alle attività produttive
Imu, stangata su seconda casa e imprese. Si salvano (forse) solo le prime case

 

La tempesta Imu sta per abbattersi su imprese e proprietari di case in affitto. Otto Comuni su dieci hanno alzato o alzeranno l'aliquota fissata a dicembre 2011, portandola da una media iniziale dello 0,76% allo 0,95 per cento. Si salveranno solo le prime case (anche qui l'aliquota è in aumento, sia pur modesto, con una media dello 0,44%) e i fabbricati rurali strumentali (stalle e cascine).

Mazzata seconda casa -I Comuni hanno bisogno di fare cassa e una delle conseguenze è, per esempio, il mancato incremento della detrazione di 200 euro e la riduzione d'aliquota per i proprietari di case affittate a canone libero. E anche i proprietari che hanno siglato affitti a canone concordato, sottolinea il Sole 24 Ore, devono fronteggiare un prelievo fiscale che in una città su due è in linea con quello delle locazioni di mercato. L'Imu sulle seconde case sfitte è all'1%, con picchi dell'1,06.

Niente sconti alle imprese - Nessuna riduzione o quasi per gli immobili d'impresa. Le imprese riceveranno agevolazioni in pochi casi: negozi e laboratori utilizzati direttamente dai proprietari, alloggi realizzati dai costruttori e rimasti invenduti, cinema e teatri, botteghe storiche e negozi di vicinato.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    10 Settembre 2012 - 14:02

    chi può, chi non ha altri vincoli o impedimenti, chi è abbastanza giovane... LO FACCIA. L'Italia è un paesucolo buono solo per immigrati terzomondisti e zingari.

    Report

    Rispondi

  • pasquale_tibur

    10 Settembre 2012 - 13:01

    Continuano ad affondare le mani nelle tasche dei cittadini, senza un minimo di ritegno, e non tagliano privilegi e sprechi. Questa nostra politica del fallimento totale non la ferma più nessuno. Le pubbliche amministrazioni sono diventate killer con licenza di strangolare tutti e tutto. E i cittadini continuano a votarli.

    Report

    Rispondi

  • neronederoma

    10 Settembre 2012 - 11:11

    Facciamo una bella cosa,VENDIAMO tutto e andiamo all'ESTERO !!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog