Cerca

Cicciobello disperato

Rutelli: "Pronto ad allearmi con il Pd"

Il leader dell'Api: "Pronti a un'alleanza con il Pd per completare il programma di Monti. L'Udc? Deve scegliere con chi stare"

Intervistato da Repubblica, Rutelli svela: "Voglio tornare con la sinistra". Poi attacca Casini, "reo" di averlo scaricato
34
Francesco Rutelli

Rutelli bussa alla porta del Pd

Intervistato da Repubblica, Rutelli svela: "Voglio tornare con la sinistra". Poi attacca Casini, "reo" di averlo scaricato

 

Cicciobello piange. Scaricato dall'Udc di Pier Ferdinando Casini ("Il Terzo Polo è morto", ipse dixit) e costretto a fare i conti con la nullità del peso politico di Gianfranco Fini e di Futuro e Libertà, Francesco Rutelli, solo e un po' disperato, torna a bussare alla porta del Partito Democratico. Il leader dell'Api spiega che all'ordine del giorno c'è proprio un'alleanza con il Pd, "imperniata sulla candiadtura di Bruno Tabacci alle primarie e sulla prospettiva di un governo solido che porti avanti le riforme difficili del governo Monti". Così Rutelli in un'intervista a Repubblica, dove prova a pungere Casini, "reo" di averlo scaricato: "Bisogna scegliere prima con chi stare. Non puoi dire agli elettori: lo so io".

"No a una nuova Unione" - Ma con Casini c'è stata una rottura personale? "Non voglio fare polemica - risponde Rutelli - ma certo va ancora capito se c'è l’Udc o se c'è un nuovo soggetto politico che per ora mi pare molto di là da venire. E comunque le scelte delle alleanze vanno dichiarate prima, poi decide il popolo, se non c'è maggioranza, decide il Parlamento". Cicciobello disperato bussa alla porta del Pd, di cui fu cofondatore, e prova anche a porre delle condizioni, ossia che "non si ripeta l’esperienza dell’Unione condizionata da  massimalisti e populisti". Insomma, niente accozzaglie stile-Prodi. Parlando di Monti, continua Rutelli, "non può certo essere candidato mentre dichiara di non volerlo essere" e Rutelli prevede per lui tre strade: premier in caso di mancata maggioranza post-voto, elezione al Quirinale, una posizione di vertice in Europa. "Non prevedo che rimanga disoccupato", conclude.

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioch

    12 Settembre 2012 - 18:06

    A Maratea si riunirà l'API e deciderà con chi allearsi.Il sig.Palombelli sta vagliando i tesorieri dei vari partiti di csx.La notizia,però,sta nell'affermazione:"Un'idea ce l'ho già".Fantaastico!In ogni caso fa piacere che due spiccioli per una riunione a Maratea sono rimasti.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    12 Settembre 2012 - 18:06

    Porello,gli hanno "fregato" 26 milioni a sua insaputa, complici Lusi con i compari di merende che adesso stanno nel PD, quindi gli devono un risarcimento o no ? Vedrete che imbarcheranno anche lui nel nuovo circo brancaleone della sinistra.

    Report

    Rispondi

  • 654321

    12 Settembre 2012 - 12:12

    ...che dire, ditelo voi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media