Cerca

Tecnici e poltrone

Passera l'aspirante premier alla ricerca di un partito

Dalla Lega al Pd fino a Casini, per l'ex banchiere l'importante è candidarsi

Passera l'aspirante premier alla ricerca di un partito
L'importante è candidarsi e diventare premier, con che partito e quali alleati per il ministro Corrado Passera è secondario. L'ex banchiere e ministro tecnico del governo Monti non ha nessuna intenzione di tornare sul "mercato" perché il suo futuro è la politica. 
In questi giorni Passera, come riporta il Giornale, si sta muovendo abilmente tra i partiti per cercare di capire che futuro potrebbe avere. Da parte loro anche i partiti lo corteggiano e lui alle lusinghe non sa dire di no. Non ha infatti rifiutato la Lega che lo ha invitato agli stati generali del Nord. Il Pd invece gli chiede di presentarsi alla Festa nazionale di Reggio Emilia e Franco Marini di far parte del centrosinistra ("Lo vedrei bene nel 2013"). Anche il Pdl non disprezza. Anzi. Angelino Alfano dice che lo accoglierebbe "volentieri nel partito, perché lo stimiamo" e il governatore lombardo Roberto Formigoni lo vuole addirittura candidato premier del Pdl. 
Tasto dolente l'Udc di Casini. Pare che Passera fra tutti preferisca la lista "Italia" in cui confluirà l'Udc, ma c'è troppa rivalità con Montezemolo e Casini dovrà scegliere: o Passera o Luchino.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ketaon_01

    14 Settembre 2012 - 23:11

    Va bene anche il mio vicino di casa mia. cosa cambierebbe ?

    Report

    Rispondi

  • claudio13

    14 Settembre 2012 - 17:05

    avrà trovato su ebay il manuale del piccolo democristiano

    Report

    Rispondi

  • arwen

    14 Settembre 2012 - 16:04

    Innanzi tutto dovrebbe cercare delle idee! Ma che torni a fare lo il mestiere di Shylock e non rompa! Ha già fatto troppi danni il signor Ministro del nulla!

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    14 Settembre 2012 - 16:04

    P.A.L.: acronimo di Partito Anti Lavoro, incardinato sulle capacità degli aderenti di dimostrare la capacità, attraverso la parlantina, di convincere il maggior numero di persone a partecipare ad un dei progetti multi level, nei quali molti partecipano e tre si arricchiscono. Richiesta altresì la capacità di promettere l'inutile attraverso l'impossibile al fine di riuscire a distrarre il proprio tornaconto dalla curiosità degli altri e poterlo far andare a respirare aria buona in prossimità dei laghi Svizzeri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog