Cerca

Malta respinge nave italiana

con a bordo 69 immigrati

Malta respinge nave italiana
Niente da fare. I clandestini Malta non li vuole. Ed ecco che il governo maltese vieta l'ingresso nel porto della Valletta della nave 'Spica' della Marina Militare Italiana, con a bordo 69 migranti, tra i quali 16 donne, recuperati domenica nel canale di Sicilia. Il salvataggio è avvenuto a circa 70 miglia sud di Lampedusa, in acque di competenza maltese per quanto riguarda le operazioni Sar di ricerca e soccorso. Il pattugliatore stava facendo rientro da Tripoli, dove aveva trasferito domenica mattina altri 162 extracomunitari respinti in Libia dalle autorità italiane. La 'Spica' ora sta facendo rotta verso Porto Empedocle. La decisione è stata presa dalle autorità italiane, d'intesa con quelle maltesi che hanno coordinato le operazioni. Dopo gli scontri diplomatici nei giorni scorsi tra Italia e Malta legati alla viceenda del Pinar (il mercantile turco rimasto fermo al largo per quattro giorni con 144 migranti a bordo in attesa di un accordo sulla loro destinazione finale) La Valletta aveva detto di condividere pienamente la linea dei respingimenti adottato dal governo italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    14 Maggio 2009 - 14:02

    le norme e le regole non ci obbligano a far entrare cani e porci, senza offesa per nessuno, ma a far rispettare le regole di convivenza ed asilo. Da qui lamentarci del fatto che in europa tutti fan come credono sull'immigrazione e nessuno fiata, nessuno( da ricordarsi la spagna socialista e libera) che sparando a poveri immigrati che cercavano di entrare nei suoi territori, se ne è perlato come di un giusto atto di rispetto dei propri confini! Noi perchè li riportiamo a casa, o alla base di partenza siam diventati i cattivi dell'unione, ma che ne pensate che siam con l'anello al naso, o un minimo di coerenza dobbiamo pretenderla da chi sta a misurare fave e piselli e pontifica stando comodamente seduto a migliaia di chilometri dal problema?

    Report

    Rispondi

  • corux

    12 Maggio 2009 - 17:05

    Giusto. Prima contribuiamo a stilare le norme e le regole europee, poi ci adombriamo non appena un commissario europeo ce le ricorda! Non ci resta che dichiarare guerra all'Europa! Molti nemici, molto onore. Siamo il paese dei campanelli. patetici e permalosi.

    Report

    Rispondi

  • gattotigrato

    12 Maggio 2009 - 12:12

    Che ne pensa l'Alto (quanto alto?) Commissario europeo per i diritti umani? I respingimenti maltesi come si definiscono?

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    12 Maggio 2009 - 08:08

    Bah,non capisco perchè una nave per di più militare,italiana,sia entrata in acque territoriali di malta per caricare i clandestini.Non potevano chiamare i maltesi e poi andarsene,lasciando a loro la patata bollente? O vogliamo sempre farci riconoscere come gli italiani brava gente ma molto pirla?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog