Cerca

Pdl verso il voto (in ordine sparso)

Cav, ultime parole famose: No a campagna antiMonti

A Bruno Vespa, Silvio Berlusconi spiegava: "Non combatteremo il Professore, ma ora basta essere sudditi della Germania della Merkel"

Cav, ultime parole famose: No a campagna antiMonti
"Non faremo una campagna elettorale contro Monti" Così Silvio Berlusconi a Bruno Vespa, lunedì 29 ottobre durante la presentazione dell'ultimo libro del conduttore di "Porta a porta". Una dichiarazione che smorza le parole pronunciate dallo stesso Berlusconi due giorni prima a Villa Gernetto, quando il Cav aveva minacciato di non votare la legge stabilità del governo Monti e quindi di staccare la spina al governo dei Prof. Berlusconi ha però lanciato un monito all'esecutivo: basta appoggiare piattamente la Germania di Angela Merkel. "Siamo convinti che l’austerità imposta dall’Unione  europea, a noi come ad altri Paesi, su pressione di una Germania che  svolge un ruolo da Paese egemone, con un’egemonia non solidale ma  egoista, abbia immesso l’economia in una spirale recessiva senza fine" ha detto Berlusconi. L'ex premier, parlando prima delle modifiche apportate in Parlamento  alla legge di stabilità, ha poi affermato di non aver abbandonato l’idea   di staccare la spina al governo, convinto che si possa votare a febbraio anche portando a casa la riforma elettorale. "I tempi per una  nuova legge elettorale -spiega- ci sono tutti. Quanto alla spina da staccare, dipenderà dall’accettazione o meno da parte del governo delle nostre richieste di modifica alla legge di stabilità. Siamo dentro una spirale recessiva, dobbiamo assolutamente uscirne al più   presto invertendo la nostra politica economica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sardapiemontese

    04 Novembre 2012 - 16:04

    lei ha descritto con dovizia di particolari una situazione che...così...a prima vista....sembra conoscere benissimo... delle due l'una o lei frequenta berlu e quidi sa tutto ma proprio tutto di lui....o...lei...parla...per conoscenza diretta..delle miserie.. umane.... p.s. la smette per favore di chiamarmi bananas....il mio nome è LAURA e non comincia nemmeno per la b...cordialmente

    Report

    Rispondi

  • nonsononando

    03 Novembre 2012 - 22:10

    Il Cavaliere non cambia idea: pensa.Solo che i suoi tempi sono molto più accerelati dei nostri,lui pensa così velocemente che è difficilissimo seguirlo, e naturalmente crea anche grosse difficoltà alla stampa che non riesce a stare dietro ai suoi mutamenti di pensiero. Quindi rassegniamoci non è lui ad essere mutevole, siamo noi ritardati che non riusciamo a seguirlo .............

    Report

    Rispondi

  • fslm-milano

    02 Novembre 2012 - 11:11

    Berlusconi,a Cerneto,alla domanda di un giornalista circa la fiducia al governo ha risposto che ne avrebbero discusso nel PDL se mantenerla o meno.

    Report

    Rispondi

  • Maxforliberty

    02 Novembre 2012 - 10:10

    E se Matrix non avesse torto? Questo governo così stimato sta facendo pagare a noi tutti i conti degli errori della finanza. Credibilità internazionale di Monti...sì...ma presso i popoli o presso le lobbies finanziarie? In buona sostanza, ogni operatore economico dell'economia reale (imprenditori e lavoratori) con tassazione al 67 ed Equitalia che triplica diventerà solo uno schiavo per il mantenimento di questa roba qua? Tenete presente che la UE non ha alcuna possibilità di REGOLARE i mercati finanziari. Dovremo quindi diventare solo agnellini disposti a dare suffragio a chi è gradito dai mercati finanziari? Berlusconi e altri politici avranno la forza necessaria per ripristinare lo Stato vero, sottraendo lo Stato a ruolo di suddito? In sostanza che futuro vogliamo? Permetteremo che archivino la democrazia e la libertà, valori percui ci sono state tante vittime ed eroi, come un errore storico? Vogliamo legalità o sudditanza? Non so voi, ma personalmente ho paura della piega presa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog