Cerca

Marchionne promette a Opel:

«Non chiuderò gli impianti»

Marchionne promette a Opel:
Nessuna chiusura di impianti in Germania. È questa la "promessa" fatta dall'ad di Fiat, Sergio Marchionne, alla controparte durante le trattative per l'acquisizione della fabbrica di auto tedesca da parte dell'azienda torinese. Le dichiarazioni di Marchionne, secondo la Bild, sarebbero state rese dal manager italiano durante un incontro formale tenuto a Colonia nel weekend con Jürgen Rüttgers, governatore del Land Nord Reno-Vestfalia. Dalla cancelleria del land confermano la riunione, ma non lasciano trapelare dettagli sui contenuti. Il Nord Reno-Vestfalia ospita un impianto Opel a Bochum, che dà lavoro a cinquemila persone. Secondo la Bild, Marchionne avrebbe garantito che anche questa fabbrica uscirebbe indenne dal piano di ristrutturazione. Secondo quanto ha riferito il portavoce della regione, l'incontro fra Marchionne e Rüttgers si è tenuto in un hotel di Colonia ed è durato circa un'ora e mezza. L'8 maggio il manager del Lingotto aveva incontrato i governatori dell'Assia e della Renania Palatinato, le regioni tedesche dove si trovano gli impianti Opel di Rüsselsheim e Kaiserslautern.

Opel sostituirà Lancia - Il marchio Lancia sarà sostituito da quello diOpel. Secondo la rivista automobilistica 'Automobilwoche'  che chiama in causa una persona vicina all'amministratore delegato di Fiat, sulla base del piano del numero uno del Lingotto «la Lancia verrebbe chiusa in favore proprio di Opel». Il piano prevede inoltre che la svedese Saab venga fusa con Chrysler per produrre auto sportive e cabrio, mentre Alfa Romeo trarrebbe vantaggio dalla tecnica Opel per migliorare la sua immagine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bimbomix

    19 Maggio 2009 - 18:06

    Sono contenta di leggere che nessuno stabilimento tedesco verrà chiuso, ma abbiamo notizie certe anche in merito agli stabilimenti italiani ? Giusto per curiosità...

    Report

    Rispondi

blog