Cerca

Dario incensa il Pci e attacca

"Berlusconi? E' Napoleone"

Dario incensa il Pci e attacca

La Camera ricorda Enrico Berlinguer e Dario Francheschini avverte i colleghi parlamentari: “E’ arrivato il momento di restituire al Pci il ruolo che ha avuto nella conquista della libertà”. Con queste parole il segretario del Partito democratico ha reso omaggio all’ex segretario comunista a quasi 25 anni di distanza dalla morte, avvenuta l’11 giugno 1984 a Padova, dopo l’ictus che due giorni prima lo aveva colpito nel corso di un comizio nella città veneta.
"Il Pci grande movimento di popolo" - Per Francheschini “bisogna riconoscere la democratica diversità del comunismo italiano”, un movimento che ha imboccato “la via democratica al socialismo”, sempre all’insegna del “pluralismo”. Il comunismo italiano “è stato un grande movimento di popolo che ha preso parte a tutti i grandi momenti democratici del Paese”, sentenzia il leader del Pd. Che rincara la dose: “Bisogna fare giustizia dei giudizi liquidatori sul consociativismo, un percorso di accredinamente democratico del Pci a tutte le scelte importanti dal Paese”. Insomma, è anche per tutti questi motivi che nel Pd “ognuno deve poter rivendicare con orgoglio la bellezza della propria storia. Nessuno di noi deve rinnegare nulla, anzi. Dovrà portare nel Pd la ricchezza delle proprie radici”.
"Berlusconi è il nuovo Napoleone" - Tutti buoni propositi che però trovano un ostacolo, Silvio Berlusconi, perché “il suo becero usare il comunismo per sollevare paure per costruire nuove identità, confondendo la storia d'Italia con quella dei Paesi dell'ex Unione sovietica, ha frenato e impedito una lettura distaccata”.
D’altra proprio il buon Dario ha definito il presidente del Consiglio un nuovo Napoleone, in seguito al discorso tenuto sul palco di Confindustia: “Tra 15 giorni – ha ammonito -  gli italiani ci pensino mille volte prima di dare più forza e potere a chi si crede sopra la legge e la morale”. “Ormai è chiaro – ha sostenuto Franceschini a margine della commemorazione di Enrico Berlinguer alla Camera - che Berlusconi si crede Napoleone ma non è un signore di passaggio bensì il presidente del Consiglio ed è prudente non ridere”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    28 Maggio 2009 - 17:05

    Chissà se l'arianesimo e...razza pura...non siano iniziate con fenomeni di "velinismo" applicato ? Dove l'aspetto estetico aumenta la valenza al supporto in un credo essenziale e "pass" di questa società. Quando si ha la fortuna di poter mostrare foto del proprio gruppo familiare così bello ed elegante...bisognerebbe anche avere la consapevolezza che questo è stato un dono non riuscito a tutti. Quando il PD Franceschini ha espresso l'imprescindibile concetto che un Premier deve poter trasmettere il miglior esempio possibile al Paese (avvitandosi, poi, nel coinvolgimento dei figli) ...è sacrosanto !! Intanto, riflettevo sull'essenza di "rapporti piccanti", sotto la quale soglia si potrebbe essere "legittimati" ?? Sempre su letture fatte sull'argomento (visto che di elezioni europee non interessano nessuno)...sarebbe interessante sapere e capire, perchè me ne è venuto il dubbio...se la "gnocca" (temine padano ?non proprio neologismo)... sia diversa se vista da "sinistra" piuttosto che da "destra" ? Perchè a questo punto ci si perde anche su queste cose !!... E l'Italia continua a rotolare. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • carlos01

    28 Maggio 2009 - 10:10

    a franceschi ma chi ascolta

    Report

    Rispondi

  • amicizi1live.it

    28 Maggio 2009 - 08:08

    meglio napoleone che dario don chisciotte.come si diceva ai tempi della naia,per dario son giorni e non son mesi,se non era cosi coglione non si sarebbe messo sulla brace,al posto dei furbi colonnelli del pd

    Report

    Rispondi

  • giovannib

    28 Maggio 2009 - 08:08

    l'invidia dei piccoli uomini (frenceschini o di pietro) ha la stessa risoluzione della favola di Fedro "la volpe e l'uva" se i sunnominati omuncoli non l'hanno letta farebbero bene a consultare una libreria (sempre se sanno leggere).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog