Cerca

In manette

L'Aquila, ricostruzione: ondata di arresti eccellenti

L'Aquila, ricostruzione: ondata di arresti eccellenti

Un'altra bufera sull'Aquila. La Procura della Repubblica di L'Aquila, polizia e guardia di finanza stanno eseguendo cinque ordinanze di custodia cautelare (due in carcere e tre agli arresti domiciliari), emesse dal gip, Giuseppe Romano Gargarella, nei confronti di un funzionario del ministero dei Beni e delle attivita' culturali, di un professionista e di tre imprenditori, per i reati di corruzione, falso, turbativa d'asta, millantato credito ed emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Le indagini che hanno portato all'emissione dei provvedimenti riguardano la ricostruzione e il consolidamento di alcuni edifici del post terremoto nel capoluogo Abruzzese.

L'inchiesta - I provvedimenti in corso di esecuzione costituiscono l'esito di una complessa indagine sulle procedure inerenti la ricostruzione e il consolidamento di alcuni edifici ecclesiastici e di altri beni culturali, di particolare rilievo storico-artistico, ubicati nel centro storico del capoluogo abruzzese, gravemente danneggiati dal terremoto del 6 aprile 2009. L'attivita' investigativa, coordinata dal procuratore della Repubblica Fausto Cardella e dai sostituti Antonietta Picardi e David Mancini, e' stata svolta, congiuntamente, dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza e dalla squadra mobile della questura di l'aquila. i dettagli dell'operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terra' alle ore 11 odierne presso la Procura della Repubblica di L'Aquila. Tra i destinatari del provvedimento degli arresti domiciliari figura l'ex Vice Commissario per la Ricostruzione dell'Aquila. Nel corso dell'operazione sono state eseguite anche 14 perquisizioni personali e locali, a carico di ulteriori soggetti, indagati, in stato di liberta', per i menzionati reati.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    17 Giugno 2014 - 15:03

    Qualcuno mi ha chiesto perchè non sono andato a votare? Se potessi espatrierei.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    17 Giugno 2014 - 15:03

    Da quello che si può capire questo paese è costituito solo che da ladri patentati e sono i fessi quelli che non rubano. Invece di invocare l'onesta, in questo paese bisogna darsi al mal affare per poter campare. Che bel paese che hanno creato i signori della Costituente in quanto ca come si legge il marcio parte dall'alto, quindi come pretendere che il basso non lo sia?

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    17 Giugno 2014 - 15:03

    Da quello che si può capire questo paese è costituito solo che da ladri patentati e sono i fessi quelli che non rubano. Invece di invocare l'onesta, in questo paese bisogna darsi al mal affare per poter campare. Che bel paese che hanno creato i signori della Costituente in quanto ca come si legge il marcio parte dall'alto, quindi come pretendere che il basso non lo sia?

    Report

    Rispondi

  • jack1

    17 Giugno 2014 - 14:02

    woody54 mi dispiace se sei un terrone ma non dare la colpa agli altri..... Anzi spiegaci perché al sud molte case non sono ultimate..... Forse perché così non pagano tasse ???? Vogliamo parlare della delinquenza o del pizzo??? È vero che rubano anche al nord, ma nonostante rubino le opere vengono completate, mentre al sud stendiamo un velo ....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog