Cerca

In manette

L'Aquila, ricostruzione: ondata di arresti eccellenti

11
L'Aquila, ricostruzione: ondata di arresti eccellenti

Un'altra bufera sull'Aquila. La Procura della Repubblica di L'Aquila, polizia e guardia di finanza stanno eseguendo cinque ordinanze di custodia cautelare (due in carcere e tre agli arresti domiciliari), emesse dal gip, Giuseppe Romano Gargarella, nei confronti di un funzionario del ministero dei Beni e delle attivita' culturali, di un professionista e di tre imprenditori, per i reati di corruzione, falso, turbativa d'asta, millantato credito ed emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Le indagini che hanno portato all'emissione dei provvedimenti riguardano la ricostruzione e il consolidamento di alcuni edifici del post terremoto nel capoluogo Abruzzese.

L'inchiesta - I provvedimenti in corso di esecuzione costituiscono l'esito di una complessa indagine sulle procedure inerenti la ricostruzione e il consolidamento di alcuni edifici ecclesiastici e di altri beni culturali, di particolare rilievo storico-artistico, ubicati nel centro storico del capoluogo abruzzese, gravemente danneggiati dal terremoto del 6 aprile 2009. L'attivita' investigativa, coordinata dal procuratore della Repubblica Fausto Cardella e dai sostituti Antonietta Picardi e David Mancini, e' stata svolta, congiuntamente, dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza e dalla squadra mobile della questura di l'aquila. i dettagli dell'operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terra' alle ore 11 odierne presso la Procura della Repubblica di L'Aquila. Tra i destinatari del provvedimento degli arresti domiciliari figura l'ex Vice Commissario per la Ricostruzione dell'Aquila. Nel corso dell'operazione sono state eseguite anche 14 perquisizioni personali e locali, a carico di ulteriori soggetti, indagati, in stato di liberta', per i menzionati reati.

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    17 Giugno 2014 - 15:03

    Qualcuno mi ha chiesto perchè non sono andato a votare? Se potessi espatrierei.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    17 Giugno 2014 - 15:03

    Da quello che si può capire questo paese è costituito solo che da ladri patentati e sono i fessi quelli che non rubano. Invece di invocare l'onesta, in questo paese bisogna darsi al mal affare per poter campare. Che bel paese che hanno creato i signori della Costituente in quanto ca come si legge il marcio parte dall'alto, quindi come pretendere che il basso non lo sia?

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    17 Giugno 2014 - 15:03

    Da quello che si può capire questo paese è costituito solo che da ladri patentati e sono i fessi quelli che non rubano. Invece di invocare l'onesta, in questo paese bisogna darsi al mal affare per poter campare. Che bel paese che hanno creato i signori della Costituente in quanto ca come si legge il marcio parte dall'alto, quindi come pretendere che il basso non lo sia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media