Cerca

Il leader de La Destra

Vilipendio, Francesco Storace condannato a 6 mesi

Vilipendio, Francesco Storace condannato a 6 mesi

Il giudice del tribunale di Roma, Laura D’Alessandro, ha condannato Francesco Storace a 6 mesi di reclusione (come chiesto dal pm) per il reato di offesa all'onore e al prestigio del presidente della Repubblica in relazione alle dichiarazioni rese il 13 ottobre del 2007. Per il leader della Destra, cui sono state concesse le attenuanti generiche, è stata disposta la sospensione della pena e la non menzione nel casellario giudiziale. 

Il processo - Prima del verdetto, il giudice onorario Lara Pezone aveva riconosciuto le attenuanti generiche alla luce della "condotta dell'imputato" che si è recato dal "presidente per chiedere scusa", ma aveva ribadito che "il reato si è verificato e non può essere riconosciuta l'immunità parlamentare" per le espressioni utilizzate che "sono pesanti, insultanti e aggressive perché offendono l'istituzione che rappresenta l'Unità d'Italia".

Rabbia - "Sono l'unico italiano a essere stato condannato per questo reato" ha dichiarato il leader de La Destra lasciando l'aula del tribunale di Roma, "questa decisione è stata presa su commissione", ha aggiunto senza commentare ulteriormente. "Faremo ricorso in appello, checché ne dica il senatore - assicura il legale di Storace, Giosuè Naso -. Anche in occasione del Laziogate venne condannato in primo grado e poi fu assolto ampiamente in appello. Non è accettabile una sentenza in questi termini. Ora aspetteremo le motivazioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    22 Novembre 2014 - 09:09

    Il reato di vilipendio al capo dello stato ricalca in modo pedissequo il "reato di lesa maestà" di regia memoria e, come quest'ultimo, è obsoleto ed anacronistico. Volendo applicare codesta legge in modo sistematico dovrebbero andare in galera la maggioranza degli italiani. Per quanto attiene Storace, (parafrasando Orwell) "la legge è uguale per tutti ma per qualcuno è più uguale che per altri"

    Report

    Rispondi

  • gianc46

    gianc46

    21 Novembre 2014 - 22:10

    ....e Grillo niente ! gliene ha dette di peggio !.....o forse perchè Storace è di destra ?

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    21 Novembre 2014 - 22:10

    *** So' Storace, "er guardiano der Pretorio". C'ho du' metri de torace e fa la guardia nu' me piace. Se quarc'uno poi s'offende, perché dico quer che penzo, pagasse da beve e ...pedalare! (Sepolkri bianchi?). Sigh!!!

    Report

    Rispondi

  • pulraf

    21 Novembre 2014 - 21:09

    Sette anni per un processo di vilipendio al Capo dello stato. L'Italia è la repubblica delle banane. Oggi, tutti gli italiani dovrebbero essere condannati per vilipendio al Capo dello Stato, perchè giornalmente viene insultato. In passato Di Pietri, Grillo ed altri hanno fatto di peggio, ma quelli non si toccano. Storaci, invece, appartiene alla destra e deve pagare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog