Cerca

Non trova i firmatari: Di Pietro

ritira la sfiducia a Berlusconi

Non trova i firmatari: Di Pietro
Aveva promesso tuoni e fulmini Antonio Di Pietro, quando rivolgendosi a tutta l’opposizione aveva avanzato l’ipotesi di depositare una mozione di sfiducia nei confronti di Silvio Berlusconi: si trattava di un ennesimo capitolo sulla ormai consumata vicenda di Noemi Letizia. Ed invece si è rivelato un boomerang: non sono state raccolte le 63 firme di deputati necessarie per presentare il documento.
A rivelarlo è stato il parlamentare dell’Italia dei valori Francesco Barbato, ai microfoni di Radio Radicale: “Solo per motivi tecnici verrà stoppata questa iniziativa, mentre non si fermerà neanche per un minuto il nostro impegno a fianco dei cittadini per difendere i diritti dei cittadini e per contrastare le prevaricazioni, le prepotenze e l'arroganza di questo capo del governo e di questo suo schieramento”. Un proclama che annuncia una prossima carica, ancora da ben definire per evitare brutte figure.
La conferma è arrivata da Di Pietro in persona: “Ci voleva l'informazione straniera per aprire gli occhi a quella italiana rispetto a un problema grave come quello di compatibilità politica e morale del governo di questo paese”, ha commentato. E “per questa ragione noi dell'Italia dei valori ribadiamo la necessità da parte dell'opposizione tutta di sottoscrivere la mozione di sfiducia affinché il Parlamento prima e il paese poi, riflettano su quello che sta succedendo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luisas51yahoo.it

    31 Maggio 2009 - 19:07

    Ma è mai possibile che questo zotico, che non è riuscito neanche ad imparare gli elementi base della grammatica, debba sempre "sputare sentenze". Credo che non ci sia razza peggiore degli ipocriti...e di chi predica bene e razzola male! Vorrei vedere se mettessero sotto torchio suo figlio, sulla cui vicenda mi pare essersi spenti i riflettori..... (forse che i fascicoli sono in mano a qualche giudice amico e compiacente??)

    Report

    Rispondi

  • oroverde

    30 Maggio 2009 - 09:09

    si sta guardando allo specchio??? Chi sarebbe ignorante?? Mi par di capire che l'unico/a ignorante di questa storia sia solo lei, e non si permetta di replicare in tali toni. la sua ignoranza dei fatti, della politica e del bon ton è degna solo del nik che si è scelto. D'altronde un contadino non poteva che dar ragione a dipietro! Similes cum similibus, la sgraziata grammatica del cafone molisano fa il pari con la sua arrogante maleducazione, lo voti se ritiene che sia giusto, e gli faccia pure propaganda, ma non si permetta di dare dell'ignorante a nessuno, se non guardandosi nello specchio!

    Report

    Rispondi

  • oroverde

    30 Maggio 2009 - 09:09

    Onorevole tonino!!?! ci siamo dimenticati di tutte le SQUALLIDE gestioni " ad personam" dei soldi pubblici dati all'IDV e finiti.... dove? Sei la persona meno indicata a parlare di valori e di moarlità, cortesemente limitati a fare l'onorevole.....di sinistra! Fai il paio con qualche altro " assenteista" almeno se non potrai fare del bene al popolo italiano, non gli avrai fatto del male.....o, almeno,....tanto male!

    Report

    Rispondi

  • filadelfo

    30 Maggio 2009 - 09:09

    Dopo lo sganciamento di PD e UDC dall'invito a sostenere la richiesta per il voto di fiducia contro Berlusconi, bisognava essere non Di Pietro ma de coccio per non capire a quale figura barbina andava incontro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog