Cerca

Mosca, atterraggio d'emergenza

per l'aereo di Schifani

Mosca, atterraggio d'emergenza
Ha fatto rientro a Mosca pochi minuti dopo il decollo l'Airbus 319 del servizio di stato diretto a Roma con a bordo il presidente del Senato Renato Schifani. L'atterraggio d'emergenza è dovuto ad un guasto meccanico manifestatosi subito dopo il decollo, attorno alle 15.20 ora italiana e, secondo quanto viene riferito, consiste in una perdita d’olio a uno dei tre circuiti idraulici del velivolo, che ora sarà sottoposto alle verifiche necessarie. L'aereo ha compiuto l'atterraggio d'emergenza all'aeroporto Vnukovo di Mosca. È stato lo stesso presidente Schifani a comunicare l’imprevisto alla delegazione e ai giornalisti al seguito, ai quali ha riservato una battuta: "La notizia ce l’avete, e non potete non darla, quindi non potete lamentarvi".
Il guasto meccanico (una perdita di olio in uno dei tre circuiti idraulici dell'aereo) si è manifestato pochi minuti dopo la partenza. I comandante dell'aereo ha deciso di far rientro all'aeroporto moscovita. Il presidente del Senato ha voluto ringraziare il personale dell'aereo e soprattutto i piloti, con i quali si è congratulato: «Sono stati bravi perché non hanno mai trasmesso ansia e in questi momenti bisogna saper mantenere la calma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog