Cerca

Airbus precipitato nell'oceano

Recuperati corpi di passeggeri

Airbus precipitato nell'oceano
Sono in tutto sei i corpi senza vita dei passeggeri dell'Airbus di AirFrance inabissatosi nell'oceano lo scorso lunedì sono stati ritrovati dai militari brasiliani. Lo ha reso noto l'edizione online di 'O Globo', precisando che altri cadaveri sono stati avvistati nelle acque oceaniche. Ieri ne erano stati recuperati due. Gli altri corpi avvistati saranno recuperati da navi che si trovano nella zona, ha sottolineato Giucemar Tabosa, capitano della fregata Constitucao e da elicotteri che sorvolano la zona.
Un portavoce dell'aeronautica, Henry Munhoz, ha d'altra parte sottolineato che in queste ore ''centinaia di oggetti'' che appartenevano al volo AZ 447 vengono raccolti in mare. La marina brasiliana ha anche ritrovato infatti parti di una delle due ali dell' Airbus. «In questa fase del lavoro, la priorità delle operazioni sarà il recupero dei corpi», ha precisato la marina, ricordando che «finora le ricerche si sono svolte su una superficie pari a 200 mila chilometri quadrati». Circa i due cadaveri trovati sabato «a 849 chilometri dall' isola Fernando de Noronha, distante 69,5 chilometri a nordest dal punto dove l'aereo ha segnalato guai al sistema elettrico», la marina ha ricordato che subito dopo il trasporto a Noronha, i due corpi verranno portati nella città di Recife «per la loro identificazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog