Cerca

La nota

Marina: non scendo in politica

Marina: non scendo in politica

Nel centrodestra ci speravano un po' tutti. L'hanno corteggiata i fedelissimi del Cavaliere e persino le amazzoni, ma Marina Berlusconi non cede alle lusinghe della politica. Non si candiderà. Non prenderà il comando del Pdl, né di Forza Italia o di quello che sarà. La Cavaliera, molto semplicemente, non scenderà in campo: continuerà a lavorare per le aziende di famiglia. 

Dopo le troppo indiscrezioni e voci che la davano per successore del padre alla guida del centrodestra, la presidente di Fininvest ha diffuso una nota in cui chiarisce la sua posizione: "Dal momento che ogni mia dichiarazione non è servita finora a fermare le voci su una possibile candidatura", scrive Marina Berlusconi, "devo ribadire ancora una volta, e nel modo più categorico, che non ho mai preso in considerazione l'ipotesi di impegnarmi in politica". "Mi auguro", aggiunge, "che di questa ulteriore smentita prendano atto anche quanti continuano ad attribuirmi un’intenzione che non ho mai avuto e che non ho". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    15 Agosto 2013 - 09:09

    Anche per ferragosto la mamma piange(sempre ammesso e non concesso che non sia uguale al figlio).La stupidità alligna in famiglia e come se alligna!!! Di ovipari intelligenti neanche a parlarne e quindi cosa pretendere da chi si nutre di larve ed insetti.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    14 Agosto 2013 - 15:03

    Il Centro-Destra non può continuare a dipendere da un solo uomo, che ormai è stato messo all'angolo. Dieci, o più probabilmente dodici o più milioni di Italiani non possono più essere rappresentati da un uomo solo, sconfitto e in balìa di tutti i magistrati rossi. Bisogna ammetterlo: sono stati bravi i compagni e, approfittando delle debolezze (enormi) del Cav., hanno intessuto una trama che, dopo 19 anni di tentativi, è riuscita. A questo punto, vista la totale nullità di personaggi di contorno che sono sempre stati tenuti al rango di meri esecutori, non è pensabile che sia la figlia a prendere in mano i destini della maggioranza degli Italiani. D'altronde, le doti politiche di Marina sono ignote, e non esiste alcuna garanzia che abbia ereditato dal padre quel grande intuito che lo rende un "animale politico" di grande caratura. Adesso è ora di cercare un altro leader, che non sia un servitore, ma un Capo. E non sarà facile...

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    14 Agosto 2013 - 12:12

    Meno male..... la Rana rimane nello stagno di Mediaset e non si mette a far danni alle tasche degli italiani come Papi!!! Brava Marinella, hai capito tutto e hai imparato che di delinquenti in famiglia ne basta e ne avanza uno, Lui !!

    Report

    Rispondi

  • Chry

    14 Agosto 2013 - 11:11

    la smentita si rivolgeva a voi, saprete capirlo una volta per tutto oppure no?!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog