Cerca

Voli di Stato, Procura archivia

"A bordo persone autorizzate"

Voli di Stato, Procura archivia
Tanto tuonò che non piovve: la Procura di Roma ha chiesto al Tribunale dei ministri di archiviare l’inchiesta sui “voli di Stato” che vedeva coinvolto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. La decisione è stata comunicata questa mattina e a riferirla sono fonti giudiziarie. I magistrati hanno trasmesso gli atti dell’indagine preliminare su presunti abusi nell’utilizzo dei voli di Stato al Tribunale dei ministri.
Già la scorsa settimana il Consiglio di Stato aveva respinto l’appello presentato dall’associazione dei consumatori, il Codacons, che aveva chiesto l’abrogazione di una direttiva del governo che disciplina proprio l’uso degli aerei per le alte cariche della repubblica. Ma secondo le fonti, il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione perché è risultato che su ognuno dei sei voli in questione c’era una persona autorizzata.
Lo scorso 3 giugno la stessa Procura romana aveva ipotizzato il reato di abuso d’ufficio per il premier, in seguito alle polemiche nate dalle foto scattate dal fotografo Antonello Zappadu a Villa Certosa dove erano state riprese alcune persone ospiti del Cavaliere. Veniva chiesto a Berlusconi con quali mezzi gli ospiti erano stati portati in Sardegna e in alcuni scatti si vedevano personaggi come il cantautore napoletano Mariano Apicella scendere da un velivolo di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gabrilella

    17 Giugno 2009 - 10:10

    il caso di dirlo come Emilio Fede: che figura di merda.

    Report

    Rispondi

  • Indietrotutta

    16 Giugno 2009 - 14:02

    che la magistraura è un "grumo eversivo" che complotta contro il Premier? Anzi è vero, complotta quando indaga o rinvia a giudizio, non lo è quando archivia o assolve. Tanto l'intelligenza per molti italiani è un opzional ad intermittenza.

    Report

    Rispondi

  • ospite

    16 Giugno 2009 - 14:02

    Una tempesta in un bicchier d'acqua, montata ad arte da una opposizione incosistente, ridicola e banale e dei suoi reverenti mass-media. Ora mi auguro che la " indipendente magistratura" dia seguito "giuridico" a tutte le gratuite calunnie prodotte dimostrando che la "legalità" non è appannaggio di una sola parte politica. Per contrastare l'avversario politico bisogna avere "argomenti", non l'esclusiva sui gossip.

    Report

    Rispondi

  • kanaya

    16 Giugno 2009 - 14:02

    Tutti i giorni a qualche anima bella viene in mente di querelare Silvo o amici. Il Codacons denuncia il presidente. Domanda: quanto è costato questo "giochino"?Di chi difendono gli interessi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog