Cerca

Intervista a Libero

Cicciolina: "Mi hanno rubato i miei porno. Farei un film con Renga e la Clerici"

Ilona Staller, icona assoluta del cinema a luci rosse, si racconta tra uno strano furto, i progetti da regista e... Matteo Renzi

Cicciolina

Cicciolina

È l’icona assoluta del cinema porno, ma qualcuno ne ha svaligiato l’archivio storico. La scorsa settimana i ladri sono penetrati nel garage di Ilona Staller, in arte Cicciolina, a La Storta, periferia nord di Roma: hanno, così, sottratto ricordi della sua carriera di pornostar. Film, dvd, materiale artistico, registrazioni e altro. Ilona, le va di raccontarci cosa è successo? «La mia sfortuna è iniziata lo scorso settembre, quando davanti al supermercato, mi hanno preso la borsa dal sedile posteriore dell’auto. Ci tenevo chiavi e documenti: ho bloccato tutto, sostituito le serrature, ma non ho pensato di fare lo stesso col box in cui tenevo il mio archivio. Ora, non è detto che il ladro della borsa sia lo stesso del garage, ma potrebbe darsi». 
Cosa custodiva nel box?
«Di tutto: fotografie, diapositive, video, oggetti che raccontano il mio percorso artistico; costumi iconici e anche porno inediti».
E i peluche colorati?
«Certo! Anche quelli. Del resto, ricorderà che le mie erano mise molto stravaganti: potevo essere la donna ragno, oppure la donna pipistrello; mi esibivo con il ghiaccio secco, tra le ninfe e i serpenti. Sembravo una marziana: in effetti, ero la Lady Gaga di allora, solo più bella. Pensi che il mio impresario era Bibi Ballandi: uno così potente che oggi segue Fiorello. Ai miei spettacoli, in prima fila, c’erano personaggi come Lucio Dalla o Vasco Rossi. Poi, all’apice della carriera, mi innamorai ed ebbi un figlio».


Leggi l'intervista integrale di Giovanni Luca Montanino
su Libero in edicola oggi, mercoledì 26 febbraio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog