Cerca

Il Cav: "È solo spazzatura"

Sky lo spia e lui si infuria

Il Cav: "È solo spazzatura"
Silvio Berlusconi attacca e non risparmia nessuno. Lo fa da Bruxelles, dove oggi era in programma il vertice del Consiglio europeo. Calca duro, definendo “rubbish”, spazzatura”, quanto sta avvenendo in Italia. Dell’inchiesta di Bari non vuole parlare, lo fa presente a tutti i cronisti pronti a fargli domande. Poi torna in Italia, a Cinisello Balsamo, e non si trattiene: se la prende con la sinistra, sempre pronta a sfruttare la minima occasione per ledere la sua credibilità di persona e di politico.
"Siamo la maggioranza e la maggioranza governa" "È inutile che sperate di buttare giù il governo e la maggioranza con trame giudiziarie e attacchi mediatici", urla il Cavaliere furioso ad un gruppo di contestatori che lo accoglie alla chiusura della campagna elettorale per Guido Podestà, in vista del ballottaggio alla Provincia di Milano. "Siamo la maggioranza e in un Paese democratico la maggioranza governa. Più continuate a fare così, più mi convincete a restare, mi fate pena, mi fate disgusto. Siete oggi come sempre dei poveri comunisti". Poi se l'è presa con i promotori delle contestazioni davanti alla Camera per il terremoto in Abruzzo: "Hanno organizzato manifestazione sul nulla, mandando gente che non aveva nulla da chiedere e hanno strumentalizzato le speranze, la paura e i morti. Vergogna!".

"E' solo spazzatura" - Un giornalista straniero in mattinata, durante la conferenza stampa a Bruxelles, lo interroga a proposito dell'inchiesta di Bari e lui risponde in inglese: “Rubbish”, è solo spazzatura. “Io me ne intendo”, prosegue il presidente del Consiglio. “È tutto chiaro: a Napoli già l’ho fatta fuori, farò fuori anche questa”, promette.
Arriva il turno dell’inviato dell’Unità. E il Cavaliere non si trattiene: “La mia disistima è totale nei confronti del suo giornale e quindi non rispondo”.
Con i giornalisti non c’è proprio feeling. Lo si era già capito qualche ora prima quando aveva mostrato tutto il suo disappunto per quanto era andato in onda su Sky Tg 24 che aveva puntato una telecamera sul presidente del Consiglio alle prese con una telefonata all’avvocato Niccolò Ghedini. Il microfono è aperto e si sente tutto quello che c’è da sentire: “Qui ci sono cose che non ho mai detto: io non ho mai parlato di complotto oscuro, non ho mai detto di temere di essere spiato e non ho mai detto che il mio avvocato è uscito pazzo... Questi sono dei disgraziati”. Uno "scoop" che ha scatenato la rabbia del premier.
Il dialogo con Niccolò - Berlusconi passa velocemente in rassegna alcune pagine di giornali. E uno dei titoli in questione fa riferimento ad una battuta che avrebbe detto ieri: “Ghedini è un pazzo”. “Ma dai Niccolò - dice Berlusconi al telefono - ma ti sembra possibile che tu possa pensare una cosa del genere di me?”
“A questo punto mi offendo io. Ora chiamo Bonaiuti - prosegue - e facciamo un comunicato”.
E infatti ecco che da Palazzo Chigi arriva il comunicato: “Sui giornali si continuano a leggere frasi tra virgolette attribuite a Silvio Berlusconi che il presidente del Consiglio non ha mai detto e questo è ‘scandaloso’”.
Il comunicato di Palazzo Chigi - La dichiarazione cita una serie di frasi riprese da Corriere della sera, Stampa, Messaggero e Repubblica: “Ecco un campionario di falsità dai giornali di oggi: 'Temo di essere spiato'; 'Sono stato spiato e pedinato'; 'Risponderò colpo su colpo'; 'Il mio avvocato è uscito pazzo'; 'Se vogliono la guerra l'avranno'; 'E' in atto un oscuro complotto'. Tutte queste frasi sono inventate di sana pianta. Ma per garantire la loro verosimiglianza, vengono riportate dai giornali tra virgolette e attribuite al presidente Berlusconi da ignoti interlocutori (mai nome e cognome, per carità!). Questo malvezzo è peggiorato negli ultimi tempi, eppure non abbiamo visto ancora un solo intervento degli Organi dei giornalisti”.
Silvio a Sky: spioni - Quelli di Sky non saranno disgraziati, ma di certo sono degli spioni. Una volta appreso che il canale all-news aveva mandato in onda le immagini della telefonata con Ghedini, Berlusconi è esploso: “Siete degli spioni. Dovete vergognarvi”. “Andiamo avanti così - ha tuonato -, quello che dice un marito alla moglie in camera da letto sarà in prima pagina sui vostri eccellentissimi giornali. Io non ci sto a un paese di questo genere, e quindi cercherò di far sì che non si arrivi a questo livello”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • olga.antonelli

    20 Giugno 2009 - 17:05

    Sembra che certi media italiani, che fino a ieri hanno contestato e criticato tutto degli USA, siano stati improvvisamente colti da un'ondata di puritanesimo che ha caratterizzato quegli Stati in tutta la letteratura del secolo scorso. Dicono si tratti di "controllo" del Governo da parte della stampa e della magistratura. Temo però si stia cambiando strada esagerando i tempi ed i metodi dell'operazione. Questo - ai miei modesti occhi - non è controllo ma guerriglia serrata (con fini non tanto sconosciuti)che ha già fatto diverse vittime. Non ho mai avuto particolare simpatia per Craxi quando guidava il nostro Paese. La sua fine però, ha segnato un momento, ha sconvolto ed aperto gli occhi ad un sacco di gente, me compresa. Tralascio di contare le altre vittime che chiedono ancora vendetta. Non si fa così, cari signori, oppositori a prescindere e puritani dell'ultima ora. Non siete e non avete alcun monopolio per insegnare (come si vive e come si sopravvive) ad un popolo che non vi vuole e non ha alcuna fiducia in voi. Non siamo nè migliori nè peggiori di altri cittadini e popoli. Le brave persone ci sono anche da noi e sono tante. Soprattutto, mostrate un pò di rispetto di fronte agli italiani che stanno facendo del loro meglio per selezionare una nuova classe dirigente: operazione difficile ma quasi compiuta. Ci state spaventando con la vostra guerra antidemocratica. Già, quella democrazia che sventolate ogni volta che vi fa comodo ma che - lo abbiamo capito - vi è assolutamente avulsa e sconosciuta. Disseminare odio ed attizzare la guerra civile è la vostra specialità di ieri e di oggi. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • giovannib

    20 Giugno 2009 - 09:09

    Presidente non si preoccupi qualsiasi cosa lei faccia per risolvere i problemi di questa Nazione verrà sempre visto come un'arrogante dimostrazione di potere e non come l'intenzione di un Cittadino di aiutare questo Popolo ma vada avanti perché nel nostro panorama politico non c'è nessuno con gli attributi adatti per fare quello che fa Lei Onore e Gloria a chi si sacrifica per la Patria

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    19 Giugno 2009 - 19:07

    Cè un detto che recita: hai voluto la bicicletta e ora pedala. Tu stai sulla cresta dell'onda e non puoi proibire a chi ti invidia e ti vuole male di spiarti e darti fastidio ma,se la tua vita privata e politica si svolge alla luce del sole senza angoli oscuri,i tuoi detrattori potranno attaccarsi solo al tram......

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    19 Giugno 2009 - 18:06

    Ieri mi sono chiesto cosa fanno i servizi segreti, addetti alla protezione del presidente del consiglio Italiano. Noi li paghiamo e loro che fanno? Oggi la stessa domanda se la pone un giornalista del corriere della serva. Lui però è un poco più maligno e li classifica al sevizio di baffetto. Sarà vero? Può essere visto che il tizio alla fine del '68 a Pisa faceva l'ufficiale pagatore dei casinisti (sono buono). Quelli che me lo hanno detto lo facevano per 4 lire, dato che come studenti, anche quelle servivano. Torniamo ai servizi: che li cacciassero via tutti, intendo trasferirli in Iran con compiti spionistici. Farebbero il loro mestiere, spero con zelo. Asvedommia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog