Cerca

Referendum 2009: i quesiti

per la nuova legge elettorale

Referendum 2009: i quesiti

Domenica (dalle 8 alle 22) e lunedì (dalle 7 alle 15) si vota per il referendum elettorale. Saranno tre le schede presentate agli elettori: una viola per il 1° quesito, una beige per il 2° ed una verde per il 3°.

  • Il 1° ed il 2° quesito (valevoli rispettivamente per la Camera dei deputati e per il Senato) si propongono l’abrogazione del collegamento tra liste e della possibilità di attribuire il premio di maggioranza alle coalizioni di liste. In caso di esito positivo del referendum, la conseguenza è che il premio di maggioranza viene attribuito alla lista singola (e non più alla coalizione di liste) che abbia ottenuto il maggior numero di seggi. Un secondo effetto del referendum è che abrogando la norma sulle coalizioni, verrebbero anche innalzate le soglie di sbarramento. Per ottenere rappresentanza parlamentare le liste devono raggiungere un consenso del 4 % alla Camera e 8 % al Senato. In sintesi: la lista più votata ottiene il premio che le assicura la maggioranza dei seggi in palio, le liste minori ottengono comunque una rappresentanza adeguata, purché superino lo sbarramento. All’esito dell’abrogazione, resteranno comunque in vigore le norme vigenti relative all’indicazione del “capo della forza politica” (il candidato premier) ed al programma elettorale.


  • Il 3° quesito prevede l’abolizione della candidature multiple: vale a dire che sarà vietato ad un candidato di candidarsi in più circoscrizioni, ma in una soltanto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rugantino

    21 Giugno 2009 - 10:10

    la politica vuole il vecchio e noi non dobbiamo AVER PAURA DEL NUOVO. VOTIAMO TUTTI !! VOTIAMO BENE !! VOTIAMO IL NUOVO !! VOTIAMO SI E APRIAMO LE PORTE ALLA NUOVA POLITICA!! Una dichiarazione di voto come tante, in questi giorni Dunque, vogliamo tutti il nuovo e per avere una idea chiara di cosa SIA ... IL NUOVO dove dobbiamo guardare? Guardiamo alle realtà delle sinistre che in questi ultimi 15 anni ci hanno fatto sorbire ogni genere di unioni, coalizioni, aggregazioni ecc.RINCOGLIONENDO completamento il popolo sinistro che non mi pare sia stato entusiasta di tanto casino folkloristico e floreale! Dunque - cosa prendiamo ad esempio?? EUREKAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA Prendiamo ad esempio uno degli ultimi partiti appena nati e creati su ..... basi populistiche La sparo?? DAI è grossa!! I . D . V . Questo è l'esempio che gli italioti dovrebbero prendere?? L'idv nasce e vive su basi demokratike ?? I suoi rappresentanti sono 'usciti' dal popolo o dalle segreterie ....... dell'IDV ? Il suo capopolo non è STATO ELETTO in un colleggio blindato rosso?? L'ultimo rappresentante eletto in europa, il demagistris, non è stato eletto per sottrarlo a possibili e sicure inquisizioni della magistratura nostrana?? Dunque, prendiamo questo come esempio del NUOVO? Come mai il demagistris, sarebbe aprioristicamente 'innocente' e quindi, da sottrarsi a qualunque azione penale mentre il SB(N1) è da considerarsi C O L P E V O L E e magari senza il supporto di nessuna condanna finale? Quale sarebbe il partito o il movimento che oggi attuerebbe il tanto sospirato N U O V O ?? Forse quello rai?? quello dei mezzibusti che fanno politica da sempre per la sinistra e che sfruttano la loro popolarità --- pagata da noi beoti!! per poi approdare disinvoltamente a 'lucrosi' scranni?? Se avete una torcia magica .... illuminateci, fateci capire

    Report

    Rispondi

blog