Cerca

Napolitano: non confondere

crisi politica e delle istituzioni

Napolitano: non confondere

La crisi della politica non va confusa con la crisi delle istituzioni: il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sceglie l’inaugurazione dell’archivio storico del Quirinale per tentare di analizzare la situazione del Paese dopo il fallimento del referendum sulla legge elettorale e le polemiche legate all’inchiesta di Bari.
"Per non perdere il senso delle fondamentali istituzioni e giungere a giudizi più ponderati, è fondamentale il riferimento alla realtà delle istituzioni e quindi alla cultura delle istituzioni", ha spiegato ancora Napolitano.
Il capo dello Stato osserva che "siamo nel momento in cui si  discute molto, in Italia e fuori del nostro paese, della crisi e delle difficoltà della democrazia rappresentativa. Ma ho l’impressione – aggiunge - che talvolta si discuta in modo un po’ astratto o per  formule, cercando una definizione nella fase complessa e senza dubbio  difficile che stiamo attraversando" nonché "anche intrecciando e un  po’ troppo confondendo, a mio avviso, le difficoltà e la crisi della  politica con le difficoltà e la crisi della democrazia".
Rispetto per il Quirinale - Per Napolitano "proprio per non perdere il senso della  fondamentale distinzione e giungere a giudizi più ponderati, è  fondamentale il riferimento alla realtà delle istituzioni e alla loro cultura, nella loro storia, nella loro evoluzione, nel loro continuo  travaglio di progressivo adeguamento".
"Fra le istituzioni - prosegue Napolitano - c'è naturalmente la Presidenza della Repubblica e io davvero mi auguro che non sola, ma assieme alle altre autorità di garanzia, riceva sempre il necessario rispetto che è dovuto alle fondamentali istituzioni della nostra Repubblica e sappia anche farsi conoscere e farsi valere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LuciaRosi

    27 Giugno 2009 - 17:05

    Questo chiedere rispetto per la sua carica e per se stesso, senza pronunciar parola sulla mancanza di rispetto verso un'altra carica istituzionale la dice lunga,almeno a me...!!!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    27 Giugno 2009 - 13:01

    Non c'è dubbio che si debba avere "molto rispetto" per il Presidente. Mi sembra,però, che anche il Presidente del consiglio sia un'Istituzione. Ed allora perchè la Prima Istituzione non difende il Presidente del consiglio da questi vergognosi attacchi mediatici?Non una parola. Niente su questo giornalismo e su questo editore.Solo la difesa di sè stesso.Io stimo molto il Presidente, ma mi aspettavo un maggiore interesse verso la grandissima parte degli Italiani che ha fortemente voluto QUESTO Presidente del consiglio.

    Report

    Rispondi

  • stolcis

    25 Giugno 2009 - 20:08

    Napolitano mi sta simpatico come mi stanno simpatici tutti i napoletani (esclusi i delinquenti della Camorra), da quando è presidente si è sempre dimostrato moderato e super partes. Ma non basta! Vorrei che non commentasse come un bravo giornalista, ma agisse. Direi che vista l'età un mandato di quattro anni sarebbe più che sufficiente...

    Report

    Rispondi

  • gabrilella

    25 Giugno 2009 - 15:03

    Crisi politica? mancato rispetto alle istituzioni? Ma non è compito suo fare chiarezza con il CSM? Forza Presidente se vuole il rispetto della sua istituzione cominci a dimostrarci che lei si fa rispettare dal CSM coraggio cominci Lei a fare pulizia il popolo vuole vedere il verde perchè ha bisogno di speranza vuole vedere azzurro perchè ha bisogno di pace. il popolo è stufo di vedere rosso richiama troppo violenza e sangue.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog