Cerca

Fini zittisce i gufi

"Crisi di governo? Irreale"

Fini zittisce i gufi

Nessuna crisi, il governo può contare su una maggioranza solida e andrà avanti. Il presidente della Camera Gianfranco Fini chiude la bocca ai gufi che presagiscono una prossima crisi nell’esecutivo. È pura fantapolitica “pensare ad una crisi di governo nel prossimo futuro”, perché “significa confondere la speranza di qualcuno con la realtà”.
Dal forum di Madrid Nuova Economia Fini si dice certo che non c’è alcun pericolo per l’esecutivo in seguito all’inchiesta di Bari che sta coinvolgendo serate organizzate nelle residenze del premier Silvio Berlusconi. “Il governo continuerà a governare perché ha una solida maggioranza”, è l’analisi del presidente della Camera.
L’appuntamento internazionale in Spagna è anche una occasione per fare un confronto tra l’Italia e l’Europa. La terza carica dello Stato ha voluto far notare come l’alleanza Pdl – Lega sia “uscita rafforzata dalle urne e questo non è un elemento usuali negli altri Paesi europei dove le coalizioni che governano sono uscite sconfitte”.
"I deflini? Stanno in mare" - La crisi dunque non è all’orizzonte, ma il dibattito sulla successione nel Popolo della libertà è sempre acceso. In molti infatti considerano il presidente della Camera il delfino del Cavaliere, ma è lo stesso Fini che pare non interessarne.
“Amo molto il mare, ma i delfini stanno nel mare, non in politica”, ha risposto ironico alle domande dei giornalisti. “Sono figure della monarchia e in Italia abbiamo una repubblica”. Pochi calcoli, quindi, serve solo guardare al lato pratico: “Mettiamo da parte pure gli eredi: in una democrazia complessa come quella italiana sono sempre gli elettori a scegliere nei singoli partiti”.
"Sceglieremo nel Pdl" - Come l’erede di Franceschini sarà eletto nel Pd, allo stesso modo l’erede del premier verrà scelto all’intero del Pdl, “come Berlusconi ha detto con chiarezza”. Le cose “sono molto semplice”. Sarà dunque “il partito a scegliere, se e quando si riterrà opportuno”. Nel frattempo l’ex leader di Alleanza nazionale ribadisce la propria soddisfazione per aver portato An nel Pdl, “di gran lunga il primo partito come hanno confermato le Europee”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    30 Giugno 2009 - 15:03

    Che si pronunciasse.Il suo silenzio in queste ultime settimane faceva un rumore imbarazzante.Basta che non faccia un altra giravolta però,come ormai ci ha abituati.

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    30 Giugno 2009 - 10:10

    Ma il Pd è Democratico? Intervista di Enrico Letta alla La Stampa che dichiara candidamente: Molte volte abbiamo tentato di battere Berlusconi con scorciatoie e se rifacessimo questo errore lo pagheremmo caro . Cose che noi sapevamo dal 1992 che, la magistratura era l artefice con tanti Valori e poca Democrazia che faceva pagare pegno a chi aveva Mani Sporche, ma a non tutti pagarono ticket con la scusa che avevano le Mani Pulite! Ora non pensate che qualche Procura debba cercare le origini della SCOSSA che fu l autore a generarla o se solo una scheggia impazzita? Certamente noi possiamo offrirgli aiuto psicologico e terapeutico perché noi siamo veramente Democratici? Vincenzo Alias Il Contadino Matera.

    Report

    Rispondi

  • gabrilella

    29 Giugno 2009 - 19:07

    era ora Fini ma la prossima volta magari con più decisione e più sicurezza, magaricon più forza di decisione. Vorrei ricordarti che eri il mio preferito non deludermi.

    Report

    Rispondi

blog