Cerca

Silvio contestato a Napoli

"Il solito gruppetto della Cgil"

Silvio contestato a Napoli

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato contestato questa mattina durante la visita a Napoli: un gruppo di disoccupati e lavoratori della società Atitech lo hanno atteso al varco, sotto Galleria Umberto I, scortati dalle forze dell’ordine. Non appena il Cavaliere scende dall’auto scattano i cori e i fischi: “Buffone, buffone, vogliamo lavoro per tutti!”.
La risposta del premier arriva da lì a qualche minuti, nel corso dell’assemblea degli industriali napoletani: “Fuori c'era una manifestazione, mi dicono organizzata dalla Cgil, che manda i soliti quindici-cinquanta ragazzotti a insultarmi e domani i giornali titoleranno 'Berlusconi fischiato’ ma io so che la Napoli vera siete voi, non loro”.
“Quelli che voi sentite sono gli organizzati della sinistra. Ormai li conosciamo. Ahimé, abbiamo questa sinistra che si dovrebbe vergognare di tutto quello che fa anche agli effetti del Paese”, ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    01 Luglio 2009 - 21:09

    Sono reclutati e pagati ad ore per ogni manifestazione di insulti,fischi e pernacchie che elargiscono a chiunque sono in programma di contestazione. Solo soggetti,ormai,al soldo del faccenderos possono comportarsi in tal modo. Se sono migliaia,allora penso che sia il popolo ma piccioli gruppi sparuti,sono le solite comparse che operano al soldo di chi chiede applausi oppure pernacchie.Questi partiti,dovrebbero vergognarsi in special modo,quando,dopo un disastro di quello accaduto a Viareggio,nel quale Presidente Berlusconi si recava sul posto per vedere come aiutare chi era stato duramente colpito. Che vergogna.

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    01 Luglio 2009 - 18:06

    Berlusconi giù dal pero. Epifani lo ha capito prima di nascere. Mi ricordo, anni fa, andava ad Acerra alla Montefibre, fabbrica disastrata. Romano Prodi cercò di salvare i posti di lavoro, qualcuno lo ringraziò, ma aggiunse di lasciar perdere: fatti i fatti tuoi, proprio a noi vuoi trovare un lavoro faticoso? Oggi lo steeso consiglio lo danno a Marchionne per Pomigliano D'Arco Asvedommia

    Report

    Rispondi

  • antari

    01 Luglio 2009 - 08:08

    poi, quando imbavaglierete anche i video, non lo sapremo piu'. Silvio Tzedong datti da fare prima che sia tardi.

    Report

    Rispondi

  • LuciaRosi

    01 Luglio 2009 - 08:08

    Vorrei dire al Premier di non curarsi di quegli scarafaggi che lo contestano,tanto più che sono in netta minoranza! In quanto alla disoccupazione nel sud è una caratteristica atavica di parte di quella società,che vive di "assistenzialismo" e che aspetta sempre la "manna dal cielo",in mancanza della quale diventa facile preda di ideologie e malavita! Chi ha voglia di lavorare al nord come al sud, trova sempre qualcosa da fare!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog