Cerca

Silvio attacca l'opposizione

e promette: federalismo fiscale

Silvio attacca l'opposizione
Silvio Berlusconi accende la giornata politica nel corso di una conferenza stampa, dopo aver incontrato il ministro per l’Attuazione del programma Gianfranco Rotondi. “Il dialogo annunciato con retorica dalla sinistra, alla prova dei fatti si è rivelato solo una cortina fumogena dietro alla quale ha nascosto le sue debolezze”, ha dichiarato il presidente del Consiglio. “ma gli italiani sono consapevoli e hanno potuto vedere che, oltre alla sudditanza alle procure, hanno fatto passi in più verso cedimenti verbali ai giustizialisti che hanno imbarcato tra loro alle elezioni”. Parole dure che non mancheranno di portare polemiche.
Il Cavaliere però prova anche a porgere la mano: “Il dialogo sarebbe norma e noi non abbiamo mai chiuso la porta e speriamo che l’estate porti consiglio”. In autunno intanto “il governo e la maggioranza porteranno avanti in parallelo la riforma del federalismo fiscale, la riforma della giustizia e la nuova legge elettorale per le Europee”.
Per quanto fatto dal governo sino ad ora, Berlusconi è visibilmente soddisfatto: “Vi ricordo che noi avevamo  proposto agli italiani sette grandi missioni durante la nostra grande campagna elettorale. E oggi siamo in grado di fare un bilancio dettagliato su ciascuna di queste missioni, a chiusura di questo primo tratto di strada”. Un bilancio senza dubbio positivo: “Io credo che possiamo dire, senza tema di smentite, che il nostro governo sta mantenendo tutte le promesse fatte agli  elettori. E lo abbiamo fatto, ci tengo a sottolinearlo, con le sole  forze della nostra maggioranza che è sempre stata su tutte le decisioni unita e coesa. Ogni decisione è stata presa senza l’apporto di questa opposizione".
Presentando invece il libro verde sul welfare del ministro Sacconi, Berlusconi ha messo in chiaro gli intenti del suo esecutivo:  “Noi vogliamo una economia sociale di mercato. Una democrazia non può permettersi cittadini in condizioni di miseria. Con il libro sul welfare approfondiamo i bisogni delle famiglie più deboli. E’ una politica decisamente di sinistra” . E continua: “Questo Governo che è di centro, liberale, con cattolici e riformisti, intende procedere con una politica che la sinistra promette solo a parole".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • curatola

    26 Luglio 2008 - 18:06

    gli evasori sono per di più gente che deve sottrarsi all'estorsione se vuole continuare,i finti poveri sono invece la vera feccia della nostra amata società : costoro succhiano e sono in tanti : assenteisti,doppiolavoristi,privilegiati,ecc. Silvio e Giulio stanateli perché da li si ricava il tesoretto.

    Report

    Rispondi

  • gedeonelibero.it

    26 Luglio 2008 - 11:11

    La sinistra come al solito,ha fatto solo false promesse.Doveva far piangere i ricchi ma ha fatto piangere sopratuttto i poveri riuscendo a ridurre la nostra amata Patria sull'orlo del fallimento. Avanti così senza fermarvi; fate vedere chi siete, fate toccare con mano ai sinistri cosa è capace di fare per il Popolo un vero Governo di centrodestra.

    Report

    Rispondi

  • giovannismussi

    25 Luglio 2008 - 21:09

    Silvio martella e non fermarti,l'opposizione non esiste.perciò fai due cose ben fatte per i più deboli(sono assolutamente necessarie)e i compagni se ne faranno una ragione.

    Report

    Rispondi

  • Pascal50

    25 Luglio 2008 - 18:06

    Vai avanti Silvio!..La sinistra è stata solo un onda anomala che ha distrutto quel poco di buono che era rimasto in questo paese!.Che restino pure nell'ombra,almeno non fanno danni!.

    Report

    Rispondi

blog