Cerca

Norma anti-precari

Veltroni: inaccettabile

Norma anti-precari

  «Questa norma va ritirata. È da vagliare costituzionalmente, ma sicuramente politicamente e socialmente è inaccettabile e la contrasteremo con tutta la nostra forza al Senato». Così il segretario del Pd Walter Veltroni si è espresso, durante una conferenza stampa, sulla norma del decreto manovra che l'opposizione ha ribattezzato anti-precari. La norma contestata prevede che un lavoratore a termine vittima di irregolarità o ingiustizie che si rivolge a un giudice, possa ottenere solo un indennizzo economico, e non più l'assunzione a tempo indeterminato. La norma, contestata da tutta l'opposizione e in parte anche dalla maggioranza, è invece difesa a spada tratta dalla Lega. "La norma che è stata approvata va difesa senza giri di parole. Non è vero che toglie diritti, ma, ripristina, semmai, i diritti negati. Quelli che oggi invocano misure per i giovani che fanno fatica a trovare un posto di lavoro dovrebbero sapere che proprio la norma in questione serve a porre rimedio ad un aggiramento delle norme sul pubblico impiego e sui concorsi pubblici che è stato fatto". Lo ha dichiarato il Presidente dei deputati della Lega Nord, Roberto Cota.
"Alle Poste i concorsi sono bloccati perché c'è chi tenta di farsi assumere in modo furbesco  - continua il capogruppo leghista - Certi sindacati che oggi pontificano dovrebbero difendere chi vuole trovare lavoro in modo trasparente e non in modo furbesco". "La verità  - conclude Cota - è che proprio certi sindacati guadagnano una fetta consistente per l'assistenza prestata nei contenziosi: questi sono i conflitti d'interesse di cui nessuno parla".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sicilianodoc

    28 Luglio 2008 - 19:07

    Siamo circondati da un modo di fare come al solito del sindacato,chiuso,vecchio e dannoso per gli stessi lavoratori.Ma e'mai possibile che coloro che seguono questi signori sindacalisti,che nonostante l'ampiezza delle informazioni fornite da varie inchieste portate avanti sul loro conto,che hanno rivelato interessi economici macroscopici tesi a salvaguardare solo le loro tasche,non si rendano conto che invece essi sono nocivi perche'impediscono sempre e comunque il dialogo e di conseguenza l'attuazione di provvedimenti volti alla soluzione di ogni problema?Sono sicuro che quando si parla di poteri occulti,i sindacati andrebbero posizionati al primo posto.

    Report

    Rispondi

blog