Cerca

Il presidente romeno

"Non approvo l'Italia"

Il presidente romeno
Roma - Traian Basescu, Presidente della Romania, si è incontrato oggi con Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi. Al termine dell’incontro Besecu, pur escludendo che “'in Italia ci sia stato un comportamento negativo verso la comunità romena”, ha affermato che "il Governo romeno non approva parte o gran parte delle misure del Governo italiano", soprattutto per quanto concerne la proposta di prendere le impronte digitali ai bambini rom.  Evidentemente, le rassicurazioni di Silvio Berlusconi sulle misure del Governo per l'identificazione dei cittadini di origine rom non soddisfano il presidente romeno. "Le impronte ai bambini rom - dice Basescu - possono essere prese solo in presenza dei genitori oppure in presenza di un giudice. Queste impronte vanno prese solo in mancanza di un documento di identità".  Basescu conclude: "I rom sono cittadini romeni. I cittadini romeni sono cittadini europei e vanno trattati come tali". Berlusconi ha lamentato che sulle impronte ai rom c'e' stata molta disinformazione ed ha accolto l'invito di Basescu a cooperare per risolvere insieme i problemi. Il presidente del Consiglio italiano aveva poco prima sottolineato che il nostro Governo non ha alcun intento discriminatorio rispetto alla comunità romena e che le misure di identificazione, compresa la rilevazione delle impronte digitali, è finalizzata unicamente a individuare i clandestini e nel caso dei minori a fare in modo che vadano a scuola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ziogianni

    01 Agosto 2008 - 18:06

    ***A che serve cianciare. Anch'io posso dire: fate così fate cosà. Mi sentirei un inetto. Al contrario, se invece di cianciare dò o faccio qualcosa, mi sento meglio. Parlare quando non si sà che pesci prendere, fa male alla bile, molto in voga per i prossimi 5 anni (un bel lustro di goduria per altri).*

    Report

    Rispondi

  • ziogianni

    01 Agosto 2008 - 18:06

    ***Signor Luigi, sfiora il patetico oppure ci prende per sprovveduti. Noi eleggiamo il Capo del Governo per farlo processare dai kommunisti i manettari le luxurie i pecorari nostri nemici dichiarati? Non ci siamo. Paragonare chi vive solo rubando con un capo dello stato! Bah! Vada, vada in Romania e vedrà come tutto è bello senza zingari per strada. Venissero a riprenderseli io come tanti ne facciamo a meno molto ma moltoooo volentieri.*

    Report

    Rispondi

  • moicano

    01 Agosto 2008 - 18:06

    Un Paese che critica un altro non lo fa per spirito di giustizia o per amore della verità. Nessun Governo rischierebbe di inimicarsene un altro per questi (per loro) vani motivi. Se un Premier o un Governo o un parlamentare (e i giornali ad essi collegati) prendono la parola contro i corrispettivi di altri Paesi gatta ci cova, significa che hanno la convenienza a farlo. Per esempi vedere Spagna, Romania, Libia, ecc..

    Report

    Rispondi

  • Indietrotutta

    01 Agosto 2008 - 18:06

    Quando un qualche ricco e potente viene sfiorato da un'indagine o da una accusa su queste pagine c'è la corsa a gridare allo scandalo e, giustamente, viene ricordata la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva. Non solo ma veienanche invocata l'abolizione degli strumenti per accertare le malefatte dei ricchi e dei potenti (intercettazioni). Quando invece si tratta di povera gente, allora questi sono colpevoli "a prescindere", quindi subito CTP o galera, o schedatura o espulsione. Per i poveracci non esiste la presunzione di innocenza ma quella di colpevolezza, che giustifica le impronte digitali. Complimeti a tutti i grantisti ad intermittenza che frequentano questo blog!!! Caro Ali46, tu giustamente ti chiedi perchè "siamo sempre subissati di critiche e prediche da quasi tutti i paesi europei e non". Poichè è pacifico che i Paesi che ci criticano non sono tutti governati dagli odiati comunisti, non ti sfiora il dubbio che le loro critiche possano avere qualche fondamento? Luigi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog