Cerca

Federalismo, parla Calderoli

Più tributi a Comuni e Province

Federalismo, parla Calderoli
Roma - Le tasse sugli immobili  e sulla circolazione a beneficio dei Comuni e delle Province, e speciali finanziamenti per le città con più di 350 mila abitanti. Queste, in sintesi, le principali novità contenute nei 22 articoli del disegno di legge sul federalismo fiscale presentato dal ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, alle associazioni di province e Comuni. Oggi Calderoli si è incontrato nella sede del ministero con la delegazione dell’ Upi (Unione Province d’Italia) e con il presidente dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Leonardo Domenici, e il sindaco di Milano, Letizia Moratti. Dopo il giro di incontri c’è soddisfazione sia per il ministro che per la Lega: ''Tutti partecipano portando contributi: così si costruiscono le cose, soprattutto le riforme'', ha detto Calderoli.

A)      Novità su immobili e carburanti: l'articolo 10 della bozza di Calderoli prevede una "razionalizzazione dell'imposizione fiscale relativa agli autoveicoli e alle accise sulla benzina e gasolio" con l'obiettivo di "riconoscere un'adeguata autonomia impositiva alle province”.  Nello stesso articolo è prevista anche "la razionalizzazione dell'imposizione fiscale immobiliare, compresa quella sui trasferimenti della proprietà e di altri diritti reali", per riconoscere autonomia ai Comuni e alle città metropolitane.
Tra le novità anche la possibilità per le province di una tassa di scopo; il testo prevede questo tipo di tributo anche per i Comuni per gli investimenti, e in particolare una tassa di scopo sul turismo.

B)      Finanziamento per le città  metropolitane (con più di 350 mila abitanti): al momento, sarebbero sette le città in lizza (Roma, Bologna, Milano, Genova, Napoli, Firenze, Torino)  mentre restano in bilico Bari e Venezia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • louit

    05 Gennaio 2010 - 21:09

    Bel pataracchio medioevale della Casta imperante: tassa di scopo vuol dire rapina a mana armata come quella del CONSORZIO DELLA BONIFICA DELLE COLLINE LIVORNESI. Hanno appena abilito l' ICI ed ecco che ripartono con tasse tasse tasse maledette. LE PROVINCE devono ESSERE ABOLITE, come tutti i privilegi della casta imperante. Vergogna

    Report

    Rispondi

  • vidya

    06 Settembre 2008 - 14:02

    La Lega deve capire bene che fa parte di una coalizione di governo, ha fatto una campagna elettorale in armonia con gli altri partiti; ha vinto le elezioni grazie anche a quella campagna. Ora non può permettersi di disconoscere le promesse fatte e anche mantenute. A casa mia dove a volte si parla in modo sconveniente questo comportamento si chiama sputtanamento. Chiedo scusa, forse ho capito male io, ma non basta cambiare nome a un provvedimento per farlo diventare candido come una verginella. Se poi le cose non stanno così allora è meglio spiegarlo molto chiaramente, in modo che lo possa capire anche un ignorante come me.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    05 Settembre 2008 - 12:12

    E daje, ancora con le tasse per le provincie! Ma non si era detto e ridetto che andavano abolite? Che i suoi uffici e competenze vengano accorpati alle regioni,assieme alla moltitudine di quei piccoli,ingordi e malefici succhiasangue di enti localistici,utili solo ai politici locali trombati,tipo comunità montane,consorzi di bonifica,ecc. partoriti da menti dedite solo ad arraffare tutto e di più di quello che si può,con tasse forzate,terroristicamente obbligate,che servono a malapena per pagare il personale,ovvero "lorsignori",pena una via crucis di sanzioni,che arrivano al blocco dell'auto o al pignoramento,come successo a me che mi ero rifiutato di pagare per un servizio non reso alla comunità.Adesso ci si mette anche la lega? Proprio il partito che si definiva antitasse per eccellenza? Qui bisogna rimpiangere la vecchia democrazia Cristiana,altrochè, che di tasse se ne intendeva,ma non calcava la mano come questi che hanno governato da quindici anni,soprattutto la sinistra,vera mente creativa degli enti inutili, che sono fin qui proliferati come le metastasi dei tumori.

    Report

    Rispondi

  • alberto.b

    05 Settembre 2008 - 11:11

    mi permetto di dare un suggerimento a Calderoli: la pubblicazione di una sorta di Gazzetta Ufficiale che arriva casa per casa ogni 6 mesi dove viene riportata l'attività e il costo di ogni singolo comune, senza commenti da parte di alcun giornalista, solo ed esclusivamente le voci di entrata con la loro provenienza, le voci di uscita e il loro impiego, in modo analitico. solo così avremo un vero e proprio federalismo, sarà il cittadino poi a premiare o a punire la giunta comunale.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog