Cerca

Alitalia, i piloti protestano

"Il nuovo piano ci massacra"

Alitalia, i piloti protestano

Si fanno tesi i rapporti attorno al tavolo di trattativa al ministero del Lavoro, dove oggi si discute della nuova Alitalia. La proposta di rinnovo contrattuale formulata dalla Compagnia aerea italiana è stata rispedita al mittente dai sindacati di piloti e assistenti di volo. Anpac, Unione piloti, Avia e Sdl concordano nel dire che si tratta di una proposta “irricevibile”. “E’ proprio l’impostazione a impedire di proseguire, al di là dei contenuti degli specifici pezzi di normativa”, fanno sapere dall’Anpac.
Massimo Notare, presidente dell’Unione piloti, è della stessa linea: “I piloti ne uscirebbero massacrati. Occorre una profonda riflessione da parte del Cai e uno sforzo serio se si vuole arrivare ad una soluzione positiva che al momento appare molto lontana”. “A queste condizioni il tavolo è a rischio” minaccia il presidente dell'associazione degli assistenti di volo Anpav, Massimo Muccioli, e secondo il presidente Avia Antonio Divietri “le odierne piroette possono spaccare tutto”. Al coro si aggiungono quelli del Sdl, secondo cui “sono ancora insufficienti gli approfondimenti su piano industriale ed esuberi”.
Mentre il tavolo di lavoro si interrompe, davanti al ministero del Lavoro è stato organizzato un sit-in di protesta, in particolare da parte degli assistenti di Alitalia: “Meglio Air France o portare i libri in tribunale, non bisogna firmare”, affermano.
Intanto la Procura di Roma ha aperto un fascicolo dopo la dichiarazione di insolvenza dell'Alitalia decretata dal Tribunale civile. Non ci sono ipotesi di reato né indagati. Non è escluso che gli inquirenti possano sentire come testimoni il commissario nominato dal governo, Fantozzi, e l’advisor dell’operazione Fenice, Corrado Passera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • curatola

    10 Settembre 2008 - 11:11

    Il privilegio dei piloti deriva dalla mancanza di concorrenti : liberalizziamo le imprese eliminando i contratti fra impresa e persona e sostituiamoli con quelli fra impresa e impresa. Una cooperativa di piloti offre servizi,le imprese (non solo alitalia) li comprano. franco Rosso non ha dipendenti ma fa contratti con terzisti che accettano liberamente di consegnargli tot jeans per quella data e per quel compenso. lavorano per lui e per altri.

    Report

    Rispondi

  • Indietrotutta

    09 Settembre 2008 - 15:03

    Non sarebbe meglio che questo autorevole quotidiano prima di scatenare la bagarre contro sindacati e piloti riferisse quali sono le condizioni contrattuali proposte dall'Alitalia "regalata" ai privati? Ieri ho assitito alla puntanta di Matrix ed ho sentito delle cifre che vanno da un minimo di 1.400€ per i piloti più giovani ad un massimo di 2000 € per quelli più anziani. Non sarebbe meglio che questo quoptidiano come tutti gli altri organi di informazione fornissero i dati esatti? Se è vero come viene propagandato che questa soluzione è migliore rispetto al piano Air France fatto naufragare in marzo, pechè non vengono pubblicate le condizioni di entrambe le soluzioni? Luigi.

    Report

    Rispondi

  • alberto.b

    09 Settembre 2008 - 11:11

    Io li manderei tutti a casa e la cassa integrazione dovrebbe essere al livello di una pensione sociale, vorrei vedere se, abituati allo stipendio che percepivano, ce la faranno!!!! e i sindacati??? bè io consiglierei un bel esamino di coscienza! Nota bene per gli "amarcord" del piano svendita Air france: siete veramente convinti che fosse la soluzione giusta? Ho seguito l'andamento di una grossa ditta privata sull'orlo del fallimento, acquistata da un colosso mondiale, tutti felici, spinti anche dai sindacati... è durata un anno e poi tutti a casa, il colosso ha preso ciò che serviva e poi ha chiuso i battenti...

    Report

    Rispondi

  • dinumby

    09 Settembre 2008 - 11:11

    Se questi del CAI riusciranno ad averla vinta sul contratto,si capirà la differenza della gestione tra pubblico e privato. E non capisco per quale motivo il privato lo possa fare e il pubblico no.O meglio è facile capirlo tanto nel pubblico paga pantalone.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti