Cerca

Alitalia, 40 voli in sciopero

Cicchitto: colpa di Veltroni

Alitalia, 40 voli in sciopero
Roma - Ancora polemiche furenti sul  caso Alitalia. Dopo lo sciopero indetto oggi dai dipendenti aderenti alla Cub Trasporti, la compagnia aerea ha già previsto la cancellazione di 40 voli (la lista è sul sito Internet della compagnia). Il sindacato autonomo critica in particolare l'intesa sottoscritta dalla cordata italiana e Cgil, Cisl, Uil e Ugl, sottolineando che “segna un pesantissimo ridimensionamento di Alitalia che sarà ridotta ad un vettore poco più che nazionale”. Inoltre, sono previsti anche altri scioperi del settore del trasporto aereo, programmati da tempo e non legati alla vertenza Alitalia, tra cui quello del personale di terra di tutte le compagnie indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl. Iniziative che, di riflesso, potrebbero causare disagi all'operatività dei voli di tutte le compagnie. AirOne prevede solo disagi limitati. Tra gli altri scioperi, che si sovrappongono tutti dalle 12 alle 14, secondo quanto si legge sul sito del Garante, è previsto lo stop dei sindacati autonomi e di base per il personale della Sea (dalle 12 alle 16), la società di gestione degli aeroporti di Milano Linate e Malpensa. La situazione della compagnia aerea, appare oggi più delicata che mai. Il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, accusa il Pd e il suo leader, Walter Veltroni, di aver fatto di tutto per sabotare le trattative tra il Governo la Cai e i sindacati, esercitando un influenza negativa sulle decisioni della Cgil e dei piloti. “Emerge in modo evidente che il settore del Pd guidato da Veltroni ha scelto sulla vicenda Alitalia la linea del tanto peggio tanto meglio e cerca in tutti i modi di far saltare le trattative puntando spregiudicatamente e cinicamente ad influenzare sia la Cgil sia l'associazione dei piloti”, afferma Cicchitto. “Ci auguriamo”, conclude, “ che un grande sindacato come la Cgil e l'associazione dei piloti, che devono tutelare l'interesse di molti lavoratori e di operatori ad alto livello di qualifica, resistano a questa linea irresponsabile e si confrontino costruttivamente con la Cai ed il governo per una soluzione al meglio delle possibilità”. Ma il vicesegretario del Pd Dario Franceschini, non ci sta e replica così alle accuse del deputato del Pdl. “È patetico e offensivo il tentativo di Cicchitto di attribuire al al Partito Democratico una interferenza nella trattativa Alitalia. La nostra posizione è da tempo pubblica e trasparente”. La colpa, secondo Franceschini, è del governo, colpevole, a suo dire, di non aver affrontato nel modo giusto la vicenda Alitalia. “La maggioranza tenta di coprire la propria gestione approssimativa e dilettantesca della vicenda sollevando un polverone politico”, tuona Franceschini. “Pensino piuttosto ad evitare di scaricare tutti i costi su lavoratori e contribuenti e imparino a rispettare l'autonomia e il ruolo dei sindacati, anzichè lavorare scientificamente per dividerli”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    19 Settembre 2008 - 15:03

    Io non ho alcun pregiudizio nei confronti di questo governo ed ogni volta che esprimo delle critiche le motivo riportando i fatti che pongo a fonfdamento delle stesse. L'attuale governo essendo un governo espresso da una parte del paese, ha il diritto di assumere decisioni di parte e quindi di essere "fazioso", lo stesso diritto lo riconosco a chi sostiene questo governo. Sta poi all'intelligenza delle eprsona stabilire e distinguere tra l'essere tifoso e l'essere sportivi. Anche il tifo è legittimo anche se per le sue caratteristiche passionali è spesso lontato dalla ragione e dalla logica. Le critiche, soprattutto quando sono motivate, sono apprezzate dagli sportivi, un pò meno dai tifosi. Io riconosco ai tifosi la libertà di vivere ed esprimere la loro passione, mi accontenterei soltanto di non essere definito "fazioso" per il solo fatto di esercitare il mio diritto di critica verso slogan che ritengo contraddittorio o illogico. Come vede non è affatto difficile discutere amabilmente e civilmente tra noi. Ricambio la simpatia. Luigi.

    Report

    Rispondi

  • alberto.b

    18 Settembre 2008 - 12:12

    i botta e risposta offensivi non portano a nulla, anche se ritengo sciocco sparare a zero da una parte all'altra con il paraocchi, vorrei una cosa da te: tu hai dato la colpa a Berlusconi del fallimento della trattativa con airfrance, vorrei che tu motivassi questa affermazione, citando anche le azioni della tua parte politica e dei sindacati a pro che si chiudesse detta trattativa, e poi vorrei che tu mi spiegassi i motivi, ne basta anche uno solo, per cui la vendita ad airfrance era da preferire a quello che è stato messo in piedi in seguito! Sono certo che non avrò risposte perchè tu e tutti i sinistroidi come te non sapete far altro che criticare senza portare alcuna proposta (anche se fosse una proposta assurda andrebbe bene, ma non ce l'avete..) l'unica cosa che vi distingue è l'odio profondo per berlusconi. A valè riprenditi...

    Report

    Rispondi

  • sicilianodoc

    18 Settembre 2008 - 11:11

    Bravo PASCAL50,ma evidentemente la signora non ha solo bisogno di leggere quel libro,ma di leggere e basta.

    Report

    Rispondi

  • sicilianodoc

    18 Settembre 2008 - 11:11

    I mafiosi di solito,sciolgono le persone nell'acido oppure le cementificano con una colata di cemento.Lei mi pare sia ancora viva e vegeta e libera di accusare vilmente Silvio Berlusconi di essere mafioso.Tipico modo di fare e di dire che evidenzia tutto l'odio per l'avversario(o meglio nemico)politico scomodo di cui sbarazzarsi.E mi pare che lei non abbia bisogno di ulteriori commenti perche'si e'gia'commentata da se'.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog