Cerca

Il Vaticano: il governo

gioca al ribasso sugli immigrati

Il Vaticano: il governo
Ieri le Acli, oggi le critiche arrivano direttamente dal Vaticano. Il governo italiano gioca “al ribasso” sui diritti degli immigrati, denuncia monsignor Agostino Marchetto, segretario del Pontificio consiglio dei Migranti, nel corso di una intervista rilasciata a Radio vaticana.
Di fronte all’approvazione in via definitiva dei decreti legislativi in materia di riconoscimento e revoca della qualifica di rifugiato e di diritto al ricongiungimento familiare, avvenuta nel Consiglio dei ministri di ieri, monsignor Marchetto ha affermato: “E’ in corso in Europa una riflessione al fine di conseguire una politica comune in relazione ai richiedenti asilo e ai rifugiati. Purtroppo la tendenza è al ribasso rispetto agli impegni internazionali a suo tempo assunti in favore della protezione di persone perseguitate, e i cui diritti umani non sono stati rispettati”.
“Mi pare che l'ultima seduta del Consiglio dei ministri”, continua, “va in questa stessa tendenza al ribasso. Le decisioni avrebbero potuto essere peggiori, stando al giudizio dell'alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Vi è per questo motivo per rallegrarsi? Non direi proprio. Vi è in effetti una stretta sull'asilo e la giustificazione portata non regge. Anche dovendo ammettere che i flussi misti di richiedenti asilo e di migranti porta complicazioni per i governanti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giles

    25 Settembre 2008 - 12:12

    E il Varicano a che gioco gioca con gli immigrati? Quali sono le iniziative di accoglienza e umanitarie che questo Stato indipendente adotta nei loro confronti? Perchè non aiuto il governo Italiano ospitando, nei suoi parchi e giardini, gli immigrati? Perchè dobbiamo sempre ricevere buoni consigli da chi non è i grado di dare il buon esempio? Perchè le altre Nazioni sparano sui clandestini e si permettono di criticano il nostro comportamento? Quanto ci costa questa faccenda e quanto l'Europa (falsoperbenista) ci aiuta?

    Report

    Rispondi

  • curatola

    25 Settembre 2008 - 12:12

    Il Vaticano dovrebbe rivolgersi al mondo,neanche all'Europa e mai agli stati nazionali e alle loro politiche. La crisi delle missioni e del sacerdozio,il ruolo della donna,il laicismo(antivaticanismo),i rapporti fra le religioni,il secolarismo,l'eutanasia,l'aborto e la fecondazione assitita,ecc.ecc. A me sembra che abbiano ben altro di più importante che criticare un governo nazionale.

    Report

    Rispondi

  • bimbomix

    25 Settembre 2008 - 12:12

    Sono d'accordo con Click : non capisco questo continuo accanirsi contro uno Stato dotato di Governo in grado di decidere autonomamente , senza predicozzi inutili ( tra l'altro ... due predicozzi inutili in due giorni ...uno da Uolter e uno dal Vaticano !!!) Eppoi perchè richiamare solo gli italiani ?? E gli altri stati europei ?Cosa faranno mai più del troppo che da sempre hanno fatto gli italiani : accogliere tutti indistintamente ? Questa Chiesa la capisco sempre meno: non sarà che vivono già su Marte e non tra noi poveri ...irla sulla terra?

    Report

    Rispondi

  • valeria78

    25 Settembre 2008 - 12:12

    La politica da 4 soldi, razzista ed ignorante la sta facendo la lega...e poi da quando la chiesa ha idee di sinistra ..ma fammi il piacere...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog