Cerca

Processo Mediaset, il pm:

lodo Alfano incostituzionale

Processo Mediaset, il pm:
Il tema della giustizia torna a far discutere dopo che il pm di Milano, Fabio De Pasquale, ha sollevato un’eccezione di costituzionalità del lodo Alfano nel processo contro Mediaset su presunte irregolarità sulla compravendita di diritti televisivi che vede imputato, tra gli altri, anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Per De Pasquale, tra le altre cose rimarrebbero irrisolti svariati problemi che la Corte Costituzionale pose nel 2004 quando dichiarò illegittimo in parte il cosiddetto lodo Schifani-Maccanico sempre riguardante la sospensione del processo per le più alte cariche dello stato. Nel lodo Alfano, sottolinea il pm, non ci sarebbe “una definizione del concetto di alte cariche nel corpo della legge” mentre il riferimento è solo nel titolo.
Nicolò Ghedini, uno dei legali di Silvio Berlusconi, nel motivare perché, ad avviso dei legali del premier, l'eccezione di costituzionalità sia da giudicarsi “manifestamente infondata e non rilevante”, ha ricordato come lo stesso presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, promulgando la legge, avesse precisato di essersi attenuto esclusivamente alla sentenza della Corte Costituzionale del 2004 che aveva sancito la parziale illegittimità del cosiddetto lodo Schifani-Maccanico.
Sull'eccezione di incostituzionalità i giudici della prima sezione penale del tribunale di Milano si sono ritirati in camera di Consiglio per decidere. All'attenzione del collegio vi sono anche le richieste presentate da pressoché tutti i difensori degli altri imputati che hanno chiesto che il processo, in caso di applicazione del lodo Alfano, venga sospeso anche per i loro assistiti. Quella che si annuncia è una lunghissima camera di consiglio: il presidente del Collegio non ha voluto dare indicazioni sulla durata della loro riunione affermando anche, con una battuta ironica, che “è pronto anche ad andare in albergo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giovanniduva

    27 Settembre 2008 - 23:11

    Per un attimo ho pensato di rispondere a valeria 78, poi ho ritenuto che non ne vale la pena. Dice un proverbio delle mie parti: a lavà a capa 'o ciucce, se perd'acqua e sapone.

    Report

    Rispondi

  • alberto.b

    27 Settembre 2008 - 11:11

    finalmente il tuo argomento preferito, il berlusconi che deve andare in carcere... che bello sarebbe vero!!! Tu sei sicura delle accuse che fai? dai dell'ignorante a chi non la pensa come te e allo stesso tempo accusi Il preseidente del consiglio votato dalla stragrande maggioranza degli italiani, ma dove hai trovato le prove della colpevolezza di berlusconi? tirale fuori! Dimostrami che Berlusconi è colpevole! Tanto per mettermi al tuo livello(e faccio tanta fatica) ti ricordo che anche il tuo amico Di Pietro è stato processato e assolto, questo cosa significa secondo il modestissimo punto di vista che di pietro ha corrotto i giudici, oppure che a volte i giudici sono onesti e a volte. Io non vi capisco voi di sinistra, continuate a insistere su questa strada, forse perchè pensate che l'unico modo di sconfiggere berlusconi è quello di imputarlo e condannarlo ... blah fate schifo! P.S. Gli altri stati ridono di noi solo per un motivo (te lo garantisco io che di stranieri ne conosco molti): I Pm e i giudici di certi tribunali si impegnano da decine d'anni in una lotta scandalosamente politica contro Berlusconi e trascurano in modo vergognoso tante altre vicende, e come se non bastasse lasciano impuniti scarcerandoli quelli che hanno commesso reati veramente. Te l'ho già detto in altre discussioni: a Vale' ripigliati

    Report

    Rispondi

  • luxana

    27 Settembre 2008 - 11:11

    FORTUNATAMENTE CHE GLI ITALIANI NON SONO PREVENUTI E MAL PENSANTI COME TE "VALERIA SENZA VERGOGNA"... MENO MALE CHE SILVIO C'è!!! ALTRIMENTI ERAVAMO GOVERNATI DA POLITICI ELETTI DA GENTE COME TE!!!

    Report

    Rispondi

  • luxana

    27 Settembre 2008 - 11:11

    IL FRONTE DEI GIUDICI ROSSI ALTAMENTE POLICITIZZATI è DI NUOVO SULLE BARRICATE, CONTRO BERLUSCONI!IL PAESE NE HA PIENE LE SCATOLE! E' ORA DI SMETTERLA E PREOCCUPARSI INVECE DI QUEI PROCESSI CHE VEDONO DELINQUENTI E MAFIOSI, FUORI PER DECORRENZA DEI TERMINI.BISOGNA ASSOLUTAMENTE RIFORMARE UNA GIUSTIZIA CHE NON GIUDICA, MA SBANDA E Fà UNA POLITICA PERSECUTORIA E FAZIOSA!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog