Cerca

Chiaiano, no global e cittadini

lanciano sassi sulla polizia

Chiaiano, no global e cittadini
Chissà che c'entra il movimento No Dal Molin con Chiaiano. Fatto sta che c'erano anche i no global di Vicenza, oggi, davanti alla discarica, insieme con donne e bambini, a gridare contro le forze dell'ordine, a lanciare bottiglie e sassi e a ribaltare cassonetti. Oggi, infatti, è riesplosa la tensione: tanto che la polizia ha dovuto caricare la folla. Due agenti sono rimasti ustionati dallo scoppio di alcuni petardi. Contusi anche tra i manifestanti.
Sulla strada i cassonetti della spazzatura sono stati rovesciati e dati alle fiamme. Tutta la zona intorno alle ex cave è stata blindata da un nugolo di agenti in abbigliamento antisommossa.
I manifestanti volevano entrare in discarica per verificare lo stato dei lavori, ma il commissario straordinario per i rifiuti Guido Bertolaso non lo ha permesso: "E' un'area di interesse nazionale presidiata dall'Esercito. Non può essere visitata", ha detto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dinumby

    28 Settembre 2008 - 19:07

    Io sto ancora a chieermi cosa ci facesse Marco Ferrando nella manifestazione dei giorni scorsi dei dipendenti di Alitalia,eppure sono certissimo di averlo visto nel corteo.Da qui in avamti dovremo attenderci l'assalto dei tanti orfani a caccia di visibilità,trovarsi costretto ad un lavoro normale è difficile da sopportare e anche difficile da trovare.

    Report

    Rispondi

  • cartadabollo

    28 Settembre 2008 - 16:04

    dal Parlamento ma dentro l'Italia da sfasciare. Sono luxuri che non possiamo permetterci. Metteteli in galera, così, semplicemente e se qualcuno li scarcera riportateli in cella in compagnia dei loro "aiutanti" (collaboratori interni). Soltanto così la legge sarà uguale per tutti. Coraggio!

    Report

    Rispondi

  • ludwigterzo

    28 Settembre 2008 - 14:02

    Questa gentaglia deve piantarla.Io non capisco perchè da noi questi delinquenti non vadano in galera.Mettiamoli in una galera sommersi dall'immondizia,isoliamo bene il tutto e buttiamo la chiave.Non si può sopportare un disfattismo del genere. Bloccano le ferrovie e non succede nulla , (interruzione di pubblico servizio)spaccano i treni,sfasciano le vetrine,mettono a ferro e fuoco una città e non succede nulla, ammazzano i poliziotti e non succede nulla.Lasciamoli nella loro merda,ma in galera assieme a qualche magistrato compiacente.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    27 Settembre 2008 - 23:11

    Chi ha detto che i soli zingari d'Italia sono i rom. Mi sembra che anche gli antagonisti in politica si spostino da un capo all'altro del paese per far numero e dare fastidio. I no dal Molin a Napoli, i napoletani monnezzari a Vicenza e così via.....spero solo che il governo mantenga gli impegni e non ceda davanti ai beceri che negano tutto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog