Cerca

Una pistola contro Brunetta

Per l'Unità è satira

Una pistola contro Brunetta
Demodè e molto poco spiritosa. La satira dell'Unità ha preso di mira il ministro Brunetta, e fin qui poco da dire, la satira è sacrosanta. Ma davvero è ancora classificabile come satira una vignetta che mostra un uomo con una pistola puntata, che dice di volere andare alla guerra giusta, al ministero, per "ringraziare" il suddetto ministro? Il messaggio, che puzza di mafioso e di metodi anni settanta, è stato pubblicato sull'inserto del quotidano. L'uomo con la pistola sembra quel giovane che la settimana scorsa ha fatto strage in una scuola, in Finlandia. Dice esattamente il tizio, sotto il titolo "guerre giuste", chissà perché in romanesco: "Stavo in casa in mobilità, depresso, senza fa' 'n cazzo e me so'detto: c'ha ragione Brunetta, i fannulloni so' 'na vergogna. Allora me so' fatto forza, me so' alzato, me so'fatto la barba e ho preso il vecchio ferro, quello de quando facevo anche 14 h consecutive da guardia giurata. E so' venuto ar ministero a ringraziatte Renà. Vedo che c'hai ggente. Chi?...So'l'impiegati modello der 2008?... Nun piagne Renà. Nun fa' così: dai che ringrazio pure a loro". "Una pistola puntata non è un bel gioco", ha detto Maurizio Gasparri, che spera nelle scuse del direttore del quotidiano. "In un Paese in cui violenza e terrorismo hanno una drammatica storia e forse radici non completamente recise, si scherzi su tutto, ma non con le armi e le pistole puntate". Diteci voi...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciunga2

    01 Ottobre 2008 - 16:04

    Gentile Direttore, ho trascorso per diversi anni tutto il percorso politico ed ideologico del 68 Milano, dove frequentavo l'Universita' statale ( o quella cosa che, a quei tempi si voleva chiamare universita'); ho sentito diverse volte e ne sono stato coinvolto mio malgrado i "padri" di quella protesta ( vedi il sig.Capanna, che ho intravisto un anno fa a Cortina d'Ampezzo durante la presentazione di un suo , ancora una volta poco illuminato saggio e durante una cenetta ristoratrice per le relative fatiche ). Putroppo mi e' toccato vivere anche il periodo armato "rosso" fatto delle organizzazioni che conosciamo bene e di mille riferimenti causali, ma, ora e' ben chiaro, certamente voluti, alle armi, alla lotta con tutti i mezzi, contro qualche obbiettivo che spesso, purtroppo, veniva colpito . Certi riferimenti passati come satirici, anche dell'Unita' di quel periodo, scaldavano gli animi ( e le pistole) di tanti giovani di quegli anni, pronti , con il sostegno di persone e di una parte della stampa di sinistra, a mettersi in "gioco" personalmente . Gli effetti ed i danni prodotti da parole e satire che sembravano e volevano essere innocenti ma in realta' erano veri messaggi subliminali, sono ancora oggi presenti con tutti i loro sviluppi nefasti sulla possibilita' di una civile convivenza. Quindi , osservando la vignetta dedicata dall'Unita' al ministro Brunetta (quella con la pistola,per intenderci) non posso non ricordare che anche nel 68 la "satira" era cosi', ingiuriosa ed educativa; le consuete scuse a corredo, inutile e false, spiegate con ampie riflessioni dall'autore e compagni, ancora piu' chiarificatrici sul vero intento di simili azioni - La parola Vergogna, mi risulta essere l'unica che mi sento di indirizzare a chi, invece di costruire una societa' civile e pacifica, tenta di distruggerla - grazie Andrea Chicca

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    01 Ottobre 2008 - 15:03

    Ma si rende conto di cosa parla? Ma non Le sembra grave istigare su un pubblico giornale a sparare ad un ministro? Ma abbiamo perso prprio il senso della misura e della realtà! E Lei magari li giustifica anche! Qui ci sono gli estremi del reato,altro che satira e libertà di opinione dei compagni che continuano a sbagliare,si vede che la storia non gli ha insegnato proprio niente a questi e così perseverano nell'errore.E che cosa ne dice delle accuse di fascismo,di razzismo,e di ogni ..ismo,quando apre bocca un ministro di questo governo o Berlusconi stesso? Altrochè se ce l'hanno la libertà di opinione,e ne abusano anche troppo,per me.

    Report

    Rispondi

  • cartadabollo

    01 Ottobre 2008 - 15:03

    Comprati l'Unità e vai a dormire. Pazze che non sei altro!

    Report

    Rispondi

  • UbertoP

    30 Settembre 2008 - 19:07

    questa di Vauro, almeno secondo me, è anche peggio: http://www.ilmanifesto.it/oggi/vignetta.gif E la chiamano satira...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog