Cerca

Berlusconi bacchetta il Pd:

gli insulti fanno male allo Stato

Berlusconi bacchetta il Pd:

“Insultare il presidente del Consiglio, dandogli dell’imbroglione e del buffone, fa male alla democrazia”. E quindi “insulti come quelli rivolti da Walter Veltroni fanno male non a me, ma alle istituzioni”. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nel corso dell’abituale tappa a Napoli per l’emergenza rifiuti. Agli attacchi del leader del Pd “io non rispondo”, ha detto il Cavaliere. “Ricevo da sempre insulti e aggressioni che non mi fanno né caldo né freddo, devo dire la verità. Io non ne ho mai fatti non solo a Veltroni, ma nessun altro perché io ho un grande rispetto degli altri, di tutti gli altri, a partire dai più deboli”, ha proseguito.
“Se i giornali si inventano cose non è colpa mia”, ha aggiunto precisare Berlusconi che ha negato di aver affermato che Veltroni è inesistente, per poi precisare che “ho detto, parlando ad una platea numerosa con molte registrazioni, che si possono verificare, che il Partito democratico quanto a collaborazione con la maggioranza era inesistente. Niente di diretto a Veltroni, ma una affermazione sulle possibilità di collaborazione che mi veniva chiesto se in quel momento di potessero effettuare”.
Il presidente del Consiglio, da parte sua, tira dritto forte del consenso popolare: “Noi andiamo avanti nella realizzazione del nostro programma, anche aggiungendo cose che nel programma non c’erano. Il nostro gradimento è al di sopra del 68%, un record nella storia repubblicana e della democrazia. I cittadini sapranno essere buoni giudici”.
Infine ancora una stoccata al Partito democratico, che ha fatto intendere che la campagna d’autunno sarà una campagna fatta in piazza: “Non credo che possa avere nessun effetto, l’opposizione evidentemente ha iniziato la campagna elettorale per le elezioni della prossima primavera”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ludwigterzo

    02 Ottobre 2008 - 12:12

    Carina,veramente simpatica.

    Report

    Rispondi

  • pierluigi166

    01 Ottobre 2008 - 19:07

    sdrammatizziamo, buttiamoci sulla satira. Dopo le tante barzellette su Berlusconi ecco una barzelletta su Veltroni: "In piena campagna elettorale Veltroni, in visita a Cagliari, va al mercato di san Benedetto e, vicino al banco del fruttivendolo, vede Berlusconi che mangia una mela con avidità e che toglie i semi e li mette da una parte. Incuriosito gli chiede perché conserva i semi. Berlusconi gli risponde che nei semi c'è una sostanza che fa diventare più intelligenti e che, per questo, valgono molto. Allora Veltroni gli chiede se vuole venderli. Berlusconi, risponde di si e che costano 5 euro l'uno. Veltroni ne compra tre e se li mangia. dopo un pò si rivolge a Berlusconi e gli dice che a questo punto gli converrebbe comprare direttamente le mele e ricavare da se i semi. Berlusconi, allora, gli risponde: vedi che stanno già facendo effetto. E Veltroni, felice, risponde: è vero, dammene altri tre!"

    Report

    Rispondi

blog