Cerca

Moggi a giudizio: "Lo sapevo

Aspetto il girone di ritorno"

Moggi a giudizio: "Lo sapevo

“Me lo aspettavo, dopo tutto quello che è stato scritto contro di me”. Non è per niente sorpreso Luciano Moggi dalla notizia che lui, ed altri 25 imputati, sono stati rimandati a giudizio dal Gup di Napoli Eduardo De Gregorio che ha accolto le richieste dei pm Filippo Beatrice e Giuseppe Narducci, per la vicenda Calciopoli. Con l’ex dirigente bianconero, il prossimo 20 gennaio compariranno davanti alla nona sezione penale del Tribunale di Napoli, tra gli altri, anche Antonio Giraudo, Paolo Dondarini, Stefano Cassarà, Domenico Messina e Tiziano Pieri.
Sentito da Libero-news, Moggi ha detto che questa “è una notizia che lascia il tempo che trova, adesso vediamo cosa dirà il processo, ma davvero io non ho paura”. Come più volte ribadito nel blog che cura sul sito di Libero (guarda qui a finaco) non si lascia scappare qualche commento di troppo, ma si limita a dire che il tempo gli darà ragione.
Di fronte alla sorpresa della giornata, vale a dire l’assoluzione di Franco Carraro, dimostra di essere stato preso un po’ in contropiede: “E’ una cosa che non ho ben capito e, come me, tutti gli altri che dovranno tornare di fronte al giudice”. “Nella vita ci sono gironi di andata e ritorno. Io sto aspettando quello di ritorno per dimostrare la mia innocenza su quello che è stato ampiamente reso pubblico dai media e che non corrisponde a verità” è il motto con il quale si appresta ad affrontare le accuse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Enzo47

    04 Ottobre 2008 - 11:11

    Tutto normale, anzi fin troppo facile da immaginare, i poteri occulti hanno colpito ancora, caro Luciano della giustizia non ti fidare. Quando misero Guido Rossi (ex Inter) a gestire il calcio, dopo che l'Inter...cettatore principe era la Telecom di Tronchetti Provera (vice presidente sempre dell'Inter ovviamente)i giochi erano già fatti in campo calcistico, figuriamoci ora se molleranno la presa. E il famoso conflitto d'Inter...essi che fine ha fatto?E' andato a puttane con i suoi protettori? E' come aver dato in gestione l'Avis a Dracula, i beneficiari di tanta manna non potevano che essere loro, i maneggioni. Purtroppo in casa bianconera si è inserito il cavallo di Torino Zaccone a distruggere le speranze di una giustizia giusta, è come aver alzato bandiera bianca senza combattere, rei con...fessi penalizzati a beneficio dei soliti noti. Ti hanno scaricato come zavorra ingombrante, gli untori si sono liberati dell'appestato, per non riconoscere la tua superiorità in materia calcistica, ed ora si beano del tuo Ibra come se fosse una loro scoperta, ma fino due anni fa, lo insultavano in tutte le maniere, che facce di m.... E ora il processo rischia di essere pura formalità, la sentenza la puoi già leggere sulla Rosea, sponsor ufficiale del calcio pulito dei passaporti tarocchi, bilanci gonfiati, tessere e chissà quant'altro di favore agli arbitri, ma li proibito indagare, se apriamo tutti gli armadi, quanti scheletri...e quanti fantasmi scopriremo sono stati resuscitati! Ogni riferimento a Carraro e a Moratti è puramente casuale, solo frutto della mia immensa immaginazione. Non mollare da Enzo Bernasconi

    Report

    Rispondi

blog