Cerca

Fini: il razzismo c'è

Ma la gente ha anche paura

Fini: il razzismo c'è

Il razzismo c’è, inutile negarlo, ma c’è anche un motivo. Lo fa capire il presidente della Camera, Gianfranco Fini, dopo le ultime vicende di cronaca, nel corso del suo intervento alla Festa della libertà, organizzata dal Pdl a Milano. Intervistato da Paolo Mieli, Fini ha citato il caso della donna somala che ha denunciato di essere stata umiliata dalla polizia: “Lo ha denunciato due mesi e mezzo dopo e la polizia ha dichiarato che la querelerà. Per questo dico che è necessaria la cautela”. E ancora: “Sarebbe sbagliato negare che esiste un pericolo razzismo e xenofobia”. Per Fini “il razzismo nasce dalla diffidenza e dall’ignoranza e dalla paura nei confronti dell’altro che spesso è motivata. Serve una politica chiara sull’immigrazione, non si possono aprire le porte a tutti per un malinteso senso di solidarietà”, ha continuato il presidente della Camera che ha suggerito la creazione di un Osservatorio per monitorare la situazione.
Intanto Walter Veltroni coglie la palla al balzo e afferma che, in occasione della manifestazione del prossimo 25 ottobre, il popolo del centrosinistra scenderà in piazza anche contro il razzismo, facendo suo in questo modo il suggerimento che era stato avanzato da alcuni intellettuali che ruotano attorno al Pd, compreso quel Gad Lerner accusato di aver surriscaldato il clima contro Daniela Santanchè durante l’ultima puntata di Annozero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • OlgaAntonelli

    05 Gennaio 2010 - 21:09

    Ma questo pover'uomo ha cominciato a delirare ? Ha per caso visto la trasmissione santoriana dove si è dato sfogo al vero RAZZISMO antitaliano? Poi si lamenta la perdita di credibilità di certi capi-popolo. Faccia pure la sua manifestazione il "buon" Veltroni ma la smetta di parlare a vanvera su un argomento tanto delicato per il quale - certamente - pagherà le conseguenze nella sua leadership tanto precaria. Saluti da Happydog.

    Report

    Rispondi

  • LuciaRosi

    06 Ottobre 2008 - 15:03

    X Click Condivido pienamente l'analisi che hai fatto, purtroppo non vedo soluzione...!!

    Report

    Rispondi

  • LuciaRosi

    06 Ottobre 2008 - 15:03

    Si può passare sopra al polverone sollevato dalla sinistra, che vende fumo perchè non ha altri contenuti da proporre, ma non si può minimamente accettare le allusioni al "razzismo italico" provenienti da Fini; infatti chi definisce gli italiani razzisti sono quelli che occupano abusivamente e grazie al voto degli stessi" razzisti" un seggiolone e che, pertanto, sono ben lungi dalla quotidianità della stragrande parte della popolazione. Chi, infatti, sta scontando ora il "buonismo" della sinistra, che ha aperto le braccia ed il portafoglio (non suo ma anche degli "sporchi razzisti italiani"), non sopporta più i gravi disagi di una difficile convivenza, non sopporta più di essere additato come "razzista" se fa notare che qualcosa non va, è stufo di vedere gli ambulanti irregolari sui marciapiedi, di sentirsi insultare anche dai nuovi arrivati e via dicendo.. La solidarietà è diventata uno spot asfissiante,è un lavaggio del cervello continuo. Un proverbio recita:" per forza non si fa neanche l'aceto". Le istituzioni, per timore di essere considerate tali, chiudono entrambi gli occhi ed hanno già regalato" le chiavi delle nostre città" ai regolari e clandestini.Com'è possibile andare avanti così? Se continueremo con questi spot vedremo veramente "scoppiare" il vero razzismo e allora.. qualcuno dovrà recitare il "mea culpa"!!!!!! Vorrei, poi, ricordare a Fini, che occupa quella poltrona grazie alla parte di elettori che hanno creduto a quanto promesso nella canpagna elettorale,cioè un giro di vite nell'immigrazione REGOLARE E NON, ma anche che il suo mandato non è eterno......e che il popolo castiga i politici che non mantengano le promesse. Vorrei dire, infine, al Presidente della Repubblica che molti italiani non amano i proclami, specie se vengono da chi non si misura con le comuni difficoltà quotidiane. Lucia Rosi

    Report

    Rispondi

  • Shift

    06 Ottobre 2008 - 14:02

    Esiste solo il razzismo di tutti gli extra comunitari che vengono da noi, non quello degli italiani. Razzisti i cinesi che occupano porzioni di territorio e si ribellano alle leggi, come abbiamo visto accadere a Milano, razzisti gli islamici che dichiarano che loro sono fedeli e noi "infedeli", l'hanno scritto perfino sul Corano che devono ucciderci e conquistarci e noi come scemi ad accoglierli. Razzisti sono molti africani che strillano strepitano e picchiano anche forze dell'ordine se gli gira male. Razzisti sono i rom che schiavizzano, stuprano e ingannano donne non solo del loro paese, ma di altri. Razzisti sono gli zingari che rifiutano d'integrarsi e rubano a man bassa e a volte perfino rapiscono bambini. C'e' da meravigliarsi se qualche italiano incominci a incazzarsi un po', caro Fini? Oppure dovrebbero continuare a stare zitti e subire come se niente fosse, perfino a casa loro e con le loro stesse vite? Il razzismo non c'entra un bel niente, qui si tratta della classe dirigente politica che ha permesso tutto questa spazzatura, che tocca annusare costantemente agli italiani e che nemmeno hanno diritto a protestare. Pensare che milioni d'italiani sono morti nel passato per impedire allo straniero d'invaderci, e questi che ci governano si permettono il lusso di stendergli i tappeti da cerimonia davanti per farci invadere! Razzisti sono gli imbecilli che non fanno niente per impedire questa situazione di convivenza forzata.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog