Cerca

La Carfagna "cita" la Guzzanti

Sabina: "Bella ma cara"

La Carfagna "cita" la Guzzanti
Continua lo scontro a distanza tra in ministro Mara Carfagna e la comica Sabina Guzzanti. Dopo l'uno a uno segnato dal "no cav day" "(andato alla Guzzanti) e l'apprezzamento poco lusinghiero "è fragile di mente" della ministra nei confronti della 'rivale', ecco che il botta e risposta non si placa.
"La Carfagna chiede un milione di euro. Bella donna, ma che tariffe!". Sabina Guzzanti non perde la voglia di scherzare. E all'indomani delle dichiarazioni delle Pari Opportunità ospite in tv a Matrix, annuncia attraverso il suo blog la citazione presentata a suo carico dal ministro per le frasi pronunciate ai suoi danni durante la manifestazione di luglio a Piazza Navona. Sul suo sito la Guzzanti spiega che il ministro "ha optato per una causa solo civile" (e dunque non per diffamazione) e che chiede "un milione di euro" di danni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LuigiMorettini

    11 Ottobre 2008 - 19:07

    Spero che il tribunale condanni quel saltimbanco di Sabina Guzzanti a pagare sino all'ultimo centesimo richiestole dal ministro Carfagna. Imparerà a sue spese che per fare quattrini non basterà più insultare chiunque le capiti a tiro. Consulti su un buon vocabolario cosa c'è scritto alla voce "satira", anche un'ottusa come lei dovrebbe capire la differenza tra questa e le volgarità, gli insulti e le calunnie che proferisce in suo nome.

    Report

    Rispondi

  • pietrop

    11 Ottobre 2008 - 19:07

    E se la Guzzanti per fare un po di carira avesse usato mezzi di cui accusa la Carfagna ? Ci sarebbe da capirla ,e capire anche che non sara bastato una sola volta data la sua scarsa avvenenza.Forse la sua violenza nasce da tanre umiliazioni dato che nel caso specifico non sembra valere la regolina brutta intelligente ,contro bella e stupida.Ho sentito la Carfagna su matrix , tanto di cappello si e capito perche e un ministro.

    Report

    Rispondi

  • giovannismussi

    10 Ottobre 2008 - 18:06

    Lo sapevano che il non senso di quello che dicono(o dicevano)un giorno o l'altro avrebbero potuto entrarci,così li hanno chiusi in tempo.

    Report

    Rispondi

  • valeria78

    10 Ottobre 2008 - 11:11

    Dopo aver lasciato il nano di piazza Grande si è dedicata anima e corpo a quello di Arcore, anche lei abboccando alla famosa leggenda della Legge della L. Pare che il motivo della sua scelta sia dovuto alla sua peculiare abilità oratoria e la innata capacità nel generare depressioni molto vicine al vuoto spinto. Dopo una breve verifica scritta e un colloquio orale, anche il capo si è convinto del valore politico del personaggio. I risultati non si sono fatti attendere... Con la Marona Carfagnona a ministro per la prima volta avviene un avanzamento di carriera veramente meritocratico, senza spintarelle, ma solo con una bottarella. Lei sì che sa fare ciò di cui abbiamo bisogno

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog