Cerca

Giù le Borse di tutto il mondo

Berlusconi: sì ad aiuti di Stato

Giù le Borse di tutto il mondo
La crisi nera che sta investendo le Borse di tutto il mondo non accenan a placarsi. Tutti i mercati finanziari hanno aperto con segno negativo, anche in attesa di Wall Street, la cui apertura non si preannuncia con il segno '+'.  A darne una prima indicazione è il calo dei contratti futures sugli indici di borsa americani, di nuovo in territorio negativo dopo il rimbalzo di metà mattina. Parigi e Amsterdam segnano un calo del 4,6%, mentre Stoccolma (-0,96%) e Zurigo appaiono relativamente al riparo dall'ondata di vendite che interessa anche oggi le borse continentali, inclusa Londra (-3,98%). Londra -3,98% - Parigi -4,60% - Francoforte -2,77% - Madrid -3,48% - Milano -3,14% - Stoccolma -0,96% - Zurigo -2,23%.
Precipita anche la Borsa di Tokyo e chiude con l'indice Nikkei a -11,41%, investita dal pesante vento di vendite proveniente da Wall Street, dove gli investitori hanno avvertito l’odore della recessione in agguato. È il peggior calo dal 1987. Tutte le piazze finanziarie orientali crollano. Risultato: Tokyo ha lasciato sul campo l'11,41%,
Mentre le Borse europee hanno ripreso la discesa, nella bozza approdata stamattina sul tavolo dei 27 leader dell'Ue si ribadisce come "la necessità di rafforzare la supervisione del settore finanziario europeo, particolarmente per i gruppi 'cross-border', in vista di sviluppare un sistema coordinato di supervisione a livello europeo". Dal canto suo il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, al termine del Consiglio europeo a Bruxelles, commentando la strategia dei Paesi membri contro la crisi finanziaria ha lanciato un monito: "Adesso in Europa gli aiuti di Stato che fino a ieri erano peccato sono un imperativo categorico". E auspica che "Il 'super G' parta da subito; il G8 deve essere allargato a 14 Paesi", rilanciando l'idea di un organismo planetario in grado di seguire la governance dell'economia mondiale. L'allargamento del 'Super G' sarà una delle priorità dell'anno di presidenza italiana del G8.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    18 Ottobre 2008 - 12:12

    Secondo me, senza fare nomi Putin, Chiraq, Zapatero e Schoeder compreso er Martadella che hanno permesso questo Tsunami finanziario dovuto all arricchimento col greggio, droga ed armi con immense fortune in paradisi fiscali di UE, USA e resto del mondo permettono questo insulso ricatto di guerre stupide in Iraq e Afganistan. Io stesso vidi solo cassette postali offshore alle Figi, Cook, Caraibi, Montecarlo, Svizzera Liechtenstein, uno scippo proletario di ben oltre 1800 miliardi di dollari, in poche parole se Pakistan, Cina Russia permettessero un attacco nucleare alle montagne, ove si pensa che Osama Bin Laden detto Latrina, PISCIA DI TRAVERSO, non pensate che tutto sia finito allo stillicidio di morti con questi criminali attentati? Ricetta? Semplice! Tagliare la testa di netta al serpente fregandosi del convenzionale e persino la fucilazione di queste bestie di Satana! Questi sono mostri, altro che lamentandosi scambiandoli per esseri umani o di Quantanamo. Il mio pensiero è niente alibi per chi commette stragi che sia punito subito con la morte e l arricchimento così criminale lo richiede!VincenzocontadinoATyahoo.it

    Report

    Rispondi

blog